Ostra Vetere: salgono a 9 gli ospiti positivi nella Fondazione "Casa dell'Ospitalità Federico Marulli". Guarita intanto una 86enne

3' di lettura 10/01/2021 - Due operatori sanitari e 9 ospiti della Fondazione "Casa dell'Ospitalità Federico Marulli" Ostra Vetere, sono risultati positivi al Covid 19 come emerso dal tampone a cui sono stati sottoposti nella giornata di sabato.

Nei giorni precedenti le positività di un ospite e un operatore avevano messo in allarme con la situazione della struttura che è stata monitorata per evidenziare eventuali nuove positività. Uno degli ospiti è stato trasferito all'ospedale di Senigallia, e poi presso una Rsa per un adeguato monitoraggio sanitario, come hanno comunicato dalla struttura.

"Dei sette ospiti risultati positivi nelle ultime ore - fanno sapere - quattro di loro sono asintomatici, mentre i tre casi, che presentano sintomi, gestibili in struttura, il nostro personale ha ritenuto necessaria l'applicazione di terapia specifica".

Una ulteriore verifica nella giornata di domenica ha fatto emergere il nono caso di positività tra gli ospiti.

"Sono state fin da subito attivate tutte le azioni, preventivamente pianificate, nel caso ci fossimo trovati in questa complessa situazione di emergenza - aggiungono dalla Rsa - ovvero con il virus ormai presente in maniera importante all'interno della struttura: da sabato la struttura, compatibilmente alla conformazione dell'edificio, è stata suddivisa in reparti distinti tra ospiti positivi e non, con l'obiettivo di contenere il contagio; dalla notte di sabato, è stata raddoppiata la copertura del personale in struttura per il turno notturno, al fine di garantire un'adeguata assistenza a tutti gli ospiti; da domenica pomeriggio è stato attivato, in collaborazione con il Distretto Sanitario, il servizio fornito dai medici dell'Usca (Unità Speciale di Continuità Assistenziale domiciliare dei malati Covid-19), che hanno saputo già dare il loro prezioso supporto al personale in forza in struttura; da lunedì pomeriggio, sarà nelle disponibilità della struttura, grazie al supporto del Distretto Sanitario, ulteriore personale sanitario per sopperire alle indisponibilità derivanti dalla positività al Covid-19 dei nostri operatori e per arrivare ad una copertura h24 del servizio infermieristico.

Come è facilmente comprensibile, nelle ultime ore lo sforzo della struttura si è dovuto moltiplicare in quanto, oltre a quella che era l'attività di contrasto al contagio, ora si aggiunge quella altrettanto complessa mirata alla cura della malattia derivante dal virus, che ha fatto irruzione e si è propagato all'interno della struttura. L'attuale situazione, oltre ad essere in continuo mutamento, è sicuramente molto complessa e nessuno può conoscere quelli che potranno essere i risvolti del virus sulla salute dei nostri amati ospiti, che avranno bisogno di tutte le attenzioni possibili e le eventuali cure necessarie, per questo dobbiamo tutti rimanere lucidi e razionali e mettere il personale nelle condizioni di dedicarsi e concentrarsi sulla cura e l'assistenza degli ospiti, solo così ... ce la faremo.

È di sabato la bella notizia che la nostra prima ospite, classe 1934, risultata positiva al virus Covid-19 lo scorso 16 dicembre, dopo che due tamponi, eseguiti nei giorni scorsi, hanno dato esito negativo, è definitivamente guarita. Esprimo nei confronti della nostra cara ospite e della famiglia, la mia immensa gioia per la lieta notizia".






Questo è un articolo pubblicato il 10-01-2021 alle 21:09 sul giornale del 11 gennaio 2021 - 1046 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, ostra vetere, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bIEt





logoEV
logoEV
logoEV