x

Il nuovo Bora Bora pronto a primavera: la proprietà, "Sarà un villaggio tra mare, buona cucina e amore per la città"

2' di lettura Senigallia 08/01/2021 - Sono già iniziati i primi lavori che porteranno, in tempi rapidissimi, alla rinascita dei Bora Bora, l'ormai ex stabilimento balneare e ristorante, venduto all'asta lo scorso mese di dicembre. Ad aggiudicarsi lo storico stabilimento balneare sono state le famiglie Ramazzotti e Mantoni, proprietarie anche del Tajamare, sempre sul lungomare Marconi e dell'Acquapazza, sul lungomare Mameli.

"Abbiamo un grande impegno: restituire a un'area storica della nostra città la luce e l'importanza che merita. L’ex concessione Bora Bora/Ancora è sicuramente un punto nevralgico per l’accoglienza turistica di Senigallia. Esattamente tra i due lungomari. Cinque minuti a piedi sia dal Monco in Piazza che dalla Rotonda. Per questo abbiamo pensato in grande: un progetto architettonico che nasce dall'idea di tenere insieme le funzioni di questa area, lasciando accesa, la luce durante tutte e quattro le stagioni. Un luogo così centrale, secondo noi, ha l'obbligo morale di prestare servizio tutti i giorni, tutto l’anno, a tutte le ore -spiega Cristian Ramazzotti- Un progetto di accoglienza turistica che si unisce a una proposta gastronomica diversa e attenta".

Lo stabilimento balneare aprirà già in primavera, con servizi dedicati a chi si vuol rilassare, a chi si vuol divertire, a chi vuole fare sport (a terra e in mare). "Uno stabilimento attento alle varie esigenze, gestito con la premura e la passione che ci contraddistinguono. Cuore della proposta gastronomica sarà la pizza di qualità, su cui da tempo stiamo facendo ricerca. Ci siamo confrontati con le migliori pizzerie del centro Italia e con i produttori di grano. Una pizza che pretende di farvi vivere un'esperienza. Un viaggio sempre diverso, perché il prodotto cambierà seguendo la stagionalità delle materie prime -aggiunge- Questa proposta, sarà affiancata da un’offerta differente, ma sempre di qualità, per rispondere a tutte le esigenze: una piada stirata a vista, un panino farcito al momento o un’insalatona per un pranzo veloce. Non può mancare anche una piccola proposta di pesce, direttamente dal Tajamare... Alcune aree saranno destinate al servizio bar. Non uno, ma più punti bar per offrire un servizio completo. Sarà possibile fare: una colazione la mattina presto, prima di andare al lavoro o una colazione tranquilla sulla spiaggia, con un amico; un aperitivo di gruppo per una ricorrenza o intimo, sdraiati sulla spiaggia; un cocktail al tramonto o sotto un cielo stellato… Tutto questo in un villaggio unito dalla passione per il mare, la buona cucina, l’attenzione verso il cliente e l’amore per la nostra città".






Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2021 alle 08:57 sul giornale del 09 gennaio 2021 - 5340 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bIr1





logoEV
logoEV
logoEV