"L'eredità": i Musaico e il violinista dei Nomadi Sergio Reggioli insieme per accogliere il 2021

1' di lettura Senigallia 01/01/2021 - E’ un augurio tutto marchigiano, quello che i Musaico Folkestra, con il violinista dei Nomadi Sergio Reggioli, lanciano in rete come auspicio di una rinascita autentica per il 2021. Allo scoccare della mezzanotte di San Silvestro la band marchigiana di Marco Petrucci e Fancesco Ferrandi (da oltre 25 anni autori dei Nomadi) ha infatti pubblicato sui propri canali social una nuova versione de “L’Eredità”, storico brano dei Nomadi scritto dal senigalliese Marco Petrucci.

Registrato a distanza, ognuno nelle rispettive abitazioni, e accompagnati dal violinista dei Nomadi Sergio Reggioli (di Porto Potenza Picena), il brano racconta il passaggio tra passato e futuro, tra generazioni che consegnano e raccolgono il testimone di un’intera esistenza, sullo sfondo di immagini che raccontano a loro volta il peggior anno della nostra storia.

Il video si chiude con gli auguri per il 2021 di coloro che hanno partecipato alle riprese:
Marco Petrucci - Voce e autore dei Nomadi
Francesco Ferrandi - Pianoforte e compositore dei Nomadi
Sergio Reggioli – Violinista dei Nomadi
Marco Bellagamba – Percussioni
Daniela Corradini - Viola
Simone Oliva - Chitarre acustiche
Matteo Venanzi - Basso








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-01-2021 alle 11:41 sul giornale del 02 gennaio 2021 - 496 letture

In questo articolo si parla di musica, spettacoli, Mosaico, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bHFj





logoEV
logoEV