Fano: Sarà il “Natale Più” solidale di sempre: “Compriamo locale per aiutare la rete commerciale della città”

5' di lettura Senigallia 28/11/2020 - Gli addobbi, la musica, gli eventi. Per non parlare dell’albero. Anzi, degli alberi. Detta così sembra che il Natale 2020 non avrà niente da invidiare a quelli precedenti. Nonostante tutto. Di differenze, certo, ce ne saranno diverse, ma intanto il Comune di Fano – insieme alla Pro Loco e con il contributo della Regione Marche – ha fatto la sua parte organizzando un ‘Natale Più’ nonostante i ‘meno’ dovuti al Covid-19.

A cambiare sarà innanzitutto lo spirito. Stop all’obiettivo di portare più turisti possibile entro le mura della città. Non che ci sia qualcosa di male, ma quest’anno proprio non si può. Per questo c’è stato un cambio di prospettiva. L’amministrazione comunale ha infatti virato il tutto verso un Natale più solidale, in funzione del sociale e dell’economia. A partire dai negozi sotto casa, che siamo tutti caldamente invitati a sostenere. “Quest’anno il Natale è sinonimo di solidarietà – ha commentato l’assessore al turismo e al commercio Etienn Lucarelli -, perché per la prima volta l’obiettivo non può essere quello di attirare turisti e persone da fuori, ma è quello di supportare comunque, con tutte le nostre forze, il commercio cittadino. Per questo motivo, con lo slogan ‘Più cuore per il territorio, più regali sotto casa, accendi il tuo Natale’, vogliamo lanciare un messaggio di fiducia, con la speranza che i fanesi quest’anno acquisteranno i regali in loco, per dare un po’ di respiro ai nostri esercenti”.

Dalle parole ai fatti. Da un lato le agenzie di viaggio daranno spazio in vetrina ai lavori degli hobbisti privati dei tradizionali mercatini. Dall’altro l’amministrazione comunale ha potenziato ulteriormente la landing page Visitfano.app, che d’ora in poi - oltre a raccogliere tutte le attività di ristorazione aderenti – includerà anche i negozi. Ma soprattutto il Comune si occuperà di quasi tutte le installazioni. Perché, sì, non ci possiamo assembrare, ma avremo tante cose interessanti da andare a vedere nel nostro centro storico. Il progetto prevede infatti un’illuminazione scenografica per tutto Corso Matteotti e lungo le vie limitrofe, con allestimenti che rievocheranno l’Arco d’Augusto. Un’illuminazione che sarà visibile anche di giorno, così da impreziosire anche le passeggiate prima del tramonto. Un cielo stellato sorgerà invece sopra Piazza Costanzi, grazie agli esercenti della zona che si sono impegnati – sia fisicamente sia economicamente - a rendere ancora più calda ed elegante l’area. Il cuore del Natale, però, batterà come sempre in Piazza XX Settembre, dove sorgerà il grande abete donato dalla famiglia Carletti di Fano, alto oltre 15 metri e illuminato da 25mila led. Senza dimenticare l’albero artistico della coppia Del Signore-Seri, che campeggerà in uno dei punti strategici della città.

Particolare anche l’allestimento del Pincio, dove sorgerà un presepe di cartapesta a grandezza naturale realizzato – neanche a dirlo - dai maestri carristi che al momento non possono lavorare al Carnevale. Giuseppe, Maria e Gesù Bambino verranno posizionati all’interno di una capanna che sorgerà nei Giardini Roma. Poco distante un’altra interessante attrazione. Il lockdown ha colpito con forza anche la cultura. Chiudendo i musei, e così togliendo dagli occhi di tutti tante opere d’arte. Per questo le opere più importanti (Pala del Perugino, Predella, Angelo Custode del Guercino e non solo) verranno proiettate in uno spettacolare videomapping che animerà l’Arco tutti i giorni fino al 6 gennaio. Una meraviglia che si ripeterà no stop ogni mezzora.

Ma non è Natale senza eventi. Persino durante il Covid. Per questo, nonostante le restrizioni, non mancheranno alcuni appuntamenti di rito. Come l’inaugurazione, con l’accensione dell’albero di Piazza XX Settembre, alla quale tutti potranno partecipare, ma senza essere presenti. Un apparente paradosso dovuto al momento che stiamo vivendo. Ma - grazie alla collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Rossini, al Teatro della Fortuna e alle campionesse di ginnastica ritmica dell’Aurora Ginnastica Fano - si realizzerà uno spettacolo di apertura che verrà trasmesso in diretta dalle televisioni cittadine e sui canali social comunali, oltre che delle associazioni coinvolte. La data da fissare in agenda è quella del 3 dicembre alle ore 21. Altro evento, stessa modalità: il 24 dicembre di nuovo tutti online per gli auguri natalizi, appuntamento che vedrà anche il coinvolgimento di alcuni bambini. E poteva mancare il Capodanno? Ovviamente no. Ancora una volta occorrerà ringraziare l’Orchestra Sinfonica Rossini, ma anche i comici del San Costanzo Show. Tutti gli eventi vedranno alla regia il noto regista fanese Henry Secchiaroli, autore anche degli spot di questo Natale.

Ci saranno persino dei momenti artistici dal vivo, ai quali si potrà assistere ma senza assembramenti. Il Fano Jazz, infatti, si trasformerà in Fano Jazz Winter. L’8 dicembre, così come durante le due domeniche successive, ci saranno dei veri e propri concerti live da alcuni balconi del centro. Dodici appuntamenti che coinvolgeranno ventisette musicisti. Fano Jazz, quest’anno, si occuperà anche della filodiffusione - rinominata “Jazzy” per l’occasione -, vale a dire la musica che allieterà le passeggiate in centro fino al 6 gennaio.

Foto di Roberta Pascucci.

Per le tue segnalazioni, per ascoltare il nuovo radiogiornale e per restare sempre aggiornato iscriviti al nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp salvare in rubrica il numero 350 564 1864 e inviare un messaggio qualsiasi allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2020 alle 01:29 sul giornale del 28 novembre 2020 - 321 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, natale, comune di fano, Etienn Lucarelli, natale più, Simone Celli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDK9