Campagna vaccinale antinfluenzale, lettera di UGL: "Con Giunta Ceriscioli passati da raccomandazione ad obbligo per operatori sanitari"

vaccino 2' di lettura Senigallia 20/10/2020 - Con la presente, sembra doveroso dare un contributo costruttivo, quale Organizzazione sindacale sensibile alla tema della Salute e Sicurezza dei lavoratori e dei cittadini, in merito alla campagna vaccinale antinfluenzale stagione 2020-2021 volta alla prevenzione e al controllo dell’influenza.

Dalla circolare richiamata si evince chiaramente che il Ministero della Salute intende promuovere una più alta copertura vaccinale, rispetto alla normalità, anche attraverso il coinvolgimento dei Medici di Medicina Generale e dei Pediatri di libera scelta, senza mai disporre in capo agli operatori sanitari e sociosanitari del S.S.N. un obbligo specifico alla vaccinazione.

Acclarato che è allo Stato la competenza legislativa in ordine all’adozione delle misure in materia di prevenzione e controllo della pandemia SARS-COV2, sembra di poter dire con ragionevole certezza, anche alla luce dell’importante giurisprudenza in materia di TAR e Consiglio di Stato, che la Regione non sia competente ad introdurre un obbligo vaccinale né tanto meno possa derogare alla carenza di competenza ricorrendo a provvedimenti amministrativi adottabili in deroga alla legge.

Senza entrare nel merito sanitario, che non è di nostra pertinenza, ci permettiamo di indicare quanto è nelle nostre preoragative e competenze come esperti in materia di Salute e Sicurezza manifestando alle SS.LL. la necessità di un coinvolgimento degli attori del D.lgs. 81/08 c.d. T.U.S.L., presenti in ogni Ente o Azienda Sanitaria del nostro S.S.N e S.S.R., al fine di attuare quanto disposto in caso emergenze epidemiologiche come quella SARS-COV2 in atto.

Chiediamo inoltre che il modello di adesione alla campagna vaccinale elaborato da codesta Regione Marche dalla precedente Giunta Ceriscioli sia superato da un modello più consono che non esprima una condanna morale di fatto verso l’operatore sanitario, in ossequio alle tutele costituzionali riguardo la dignità e l’inviolabilità della persona, laddove sia consentito parlare di obbligo ai trattamenti sanitari.

Certi di un'accoglienza favorevole che renda giustizia alla Dignità degli operatori tutti del S.S.R., si rimane a disposizione per ogni evenienza e si porgono cordiali saluti.

Al Neo Governatore della Regione Marche
Dott. Francesco Acquaroli

All’Assessore Sanità e Servizi Sociali Regione Marche
Sen. Filippo Saltamartini

e p.c.

Al Dirigente Servizio Sanità Regione Marche
Dr.ssa Lucia Di Furia

Al Direttore Generale ASUR Marche
Dr.ssa Nadia Storti

Oggetto: applicazione circolare del Ministero della Salute n. 0019214 del 4/6/2020 recante “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2020-2021 ”. Apetti legali in tema di TUSL 81/08 riguardo la rivalutazione del rischio biologico.

Il Presidente CDL – Segretario Territoriale Sanità Ancona
Dr. Tesei Valentino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2020 alle 16:01 sul giornale del 21 ottobre 2020 - 435 letture

In questo articolo si parla di attualità, Ugl sanità Ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/by05





logoEV