Bonus per impianto fotovoltaico: tempi, costo e guadagno

6' di lettura Senigallia 01/10/2020 - Vantaggi e svantaggi di un impianto fotovoltaico

Nel momento in cui si sceglie di dotare la propria abitazione di un impianto fotovoltaico a pannelli solari, è necessario considerare sia i vantaggi che gli svantaggi che conseguono da tale decisione. I primi rivestono diversi ambiti, da quello etico a quello sostenibile, fino ad arrivare a quello puramente economico.

· Il primo vantaggio di cui si parla è proprio quello economico, che rispecchia uno dei motivi principali per cui si decide di procedere all'installazione di un impianto fotovoltaico. I pannelli sfruttano l'energia dei raggi solari, andando a trasformarla in elettricità pulita e completamente gratuita, che può essere usata per alimentare i dispositivi elettronici in completa autonomia rispetto alla rete nazionale.

· In aggiunta al fattore economico, è da considerare anche l'impatto etico e sostenibile che comporta l'installazione di un impianto fotovoltaico nella propria abitazione: l'energia prodotta, infatti, non genera alcuna emissione di sostanze inquinanti nei confronti dell'ambiente, mirando alla salvaguardia del pianeta, con un occhio di riguardo per le future generazioni, nell'ottica di un processo di sviluppo sostenibile.

· L'ultimo vantaggio dell'impianto fotovoltaico (ma ce ne sono molti altri) riguarda la sua completa integrabilità con altre tipologie impiantistiche, tutte con uno sguardo rivolto al risparmio e all'efficienza energetica. Una combinazione interessante è quella che, all'installazione dell'impianto fotovoltaico, va ad unire quella di un sistema di accumulo.
L'implementazione della batteria permette ai pannelli di sfruttare i benefici derivati dal fotovoltaico: l'elettricità così prodotta viene immagazzinata nella batteria e utilizzata solamente nel momento opportuno. Le batterie di accumulo permettono di aumentare l'autoconsumo e l'indipendenza energetica della casa.

Per quanto riguarda gli svantaggi derivanti dall'installazione dei pannelli solari, invece:

· La produzione di energia dipende in larga misura dalle condizioni meteorologiche: mancando il sole, la quantità di energia prodotta cala in modo sensibile. Questo può far capire come sia difficile, ancora oggi, staccarsi in maniera completa dalla rete elettrica nazionale.

· Inoltre, come facilmente intuibile, gli impianti fotovoltaici producono energia nel corso delle ore centrali della giornata, ovvero nella fascia oraria in cui, molto probabilmente, si è fuori casa: purtroppo, però, l'energia elettrica che non viene immediatamente sfruttata, viene immessa nella rete elettrica. L'unica soluzione è quella di dotarsi di un sistema di accumulo dell'energia elettrica.

Bonus per impianto fotovoltaico

L'articolo 119 del Decreto Rilancio ha previsto l'opportunità di portare in detrazione al 110% le spese che si sono sostenute a partire dall'1 luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021, per l'installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici pubblici, ad uso pubblico o di nuova costruzione e per i privati.

La medesima detrazione spetta di diritto anche nei casi di installazione - contestuale o comunque successiva - di sistemi di accumulo energetico integrati negli impianti fotovoltaici agevolati con la detrazione al 110%, negli stessi limiti di importo e nel limite di spesa di 1.000€ per ogni kWh di capacità di accumulo del sistema.

Ma a chi spetta la nuova detrazione fiscale per il fotovoltaico? La detrazione riguarda gli interventi fatti da persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari; condomini; cooperative di abitazione a proprietà indivisa, per interventi fatti su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento a soci; istituti autonomi; case popolari.

Le spese conseguenti all'installazione di impianti solari fotovoltaici, nel caso vengano eseguite grazie a un intervento che accede all'Ecobonus 110% o al Sismabonus 110%, possono essere detratte del 110% attraverso cinque quote annuali di medesimo importo, fino a un tetto massimo delle spese non superiore a 48.000€ e comunque all'interno di un limite di 2.400€ per ogni kW di potenza dell'impianto solare fotovoltaico installato.

Queste detrazioni sono subordinate alla cessione al GSE dell'energia non auto-utilizzata e non risulta cumulabile con altri incentivi pubblici o altre forme di agevolazione di altra natura previste dalla normativa europea, nazionale o regionale.

Il caso della IdeeGreen a Milano

A Milano i pannelli solari hanno trovato recentemente un'ampia diffusione, grazie all'utilizzo di nuove tecnologie che hanno consentito agli utilizzatori notevoli risparmi sulla bolletta dell'energia elettrica. In aggiunta, i costi di un impianto di qualità sono sempre ridotti rispetto alla resa e, scegliendo un installatore professionale, si avrà la sicurezza di aver effettuato un ottimo investimento.

È il caso dell'esperienza di IdeeGreen Srl Società Benefit e i risultati conseguiti a seguito dell'installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto della loro sede.
Al momento della scelta della tecnologia e per la configurazione ed esecuzione dei lavori, ci si è rivolti a Element Energia, società italiana con esperienza decennale nell'ambito delle energie rinnovabili.

L'impianto consigliato da Element Energia è da 6 kW ed è composto da sedici pannelli solari.
I pannelli usati sono la serie REC Alpha: una scelta che si spiega col fatto che essi rappresentano i pannelli a 60 celle più affidabili in commercio, con una garanzia fino a 25 anni.

Caratterizzati da un'alta densità di potenza, permettono di massimizzare la produzione di energia da superfici estremamente limitate: questo pannello solare è, in media, in grado di produrre oltre il 20% di energia in più rispetto agli altri pannelli.

I prodotti in questione presentano un contenuto medio di piombo dell'81% inferiore rispetto alla concorrenza e sono realizzati in impianti ad alta efficienza energetica, con un occhio di riguardo alla sostenibilità del pianeta.

I pannelli sono installati con un'inclinazione parallela rispetto al tetto e ciò rende l'impianto meno esposto alla tensione del vento e consente di intercettare i raggi del sole per un periodo della giornata più prolungato.

L'installazione dell'impianto ha richiesto solo 3 giorni, così divisi: il primo giorno per un sopralluogo, le successive due giornate per l'installazione e la configurazione dell'impianto.

Il costo di un progetto fotovoltaico varia a seconda dei materiali proposti. Utilizzando prodotti di qualità, un impianto fotovoltaico può arrivare a costare intorno ai 1.600€ per ogni kWp installato.
Nel caso di un impianto di 6 kWp installato a Milano, con un’inclinazione e configurazione ottimale, relativo a un’utenza con consumi medi di 6.200 kWh/anno più o meno corrispondenti a 1.500€ di spesa annua, l’investimento di 9.600€ +IVA potrebbe essere ammortizzato in soli 6 anni. Questo grazie alle tre voci di risparmio, che sono l’autoconsumo diretto, lo scambio sul posto e la detrazione fiscale del 50%.






Questo è un articolo pubblicato il 01-10-2020 alle 11:31 sul giornale del 01 ottobre 2020 - 210 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bxqQ





logoEV
logoEV
logoEV