Colpi di fucile: i pallini di un cacciatore raggiungono l'abitazione del giornalista Luca Pagliari

caccia|cacciatori| 2' di lettura Senigallia 25/09/2020 - Cacciatore spara "a vista d'uomo" e i pallini finiscono nel giardino di una abitazione. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. A denunciare l'accaduto è lo stesso proprietario di casa, il giornalista Luca Pagliari.

"Che avvilimento perdere mezz’ora della propria vita a cercare i pallini da caccia. Piove e abbiamo sospeso le ricerche in mezzo all’erba del giardino. Che tristezza nel 2020, mentre il COVID riprende forza e tutti viviamo mille incertezze unite ad altri problemi, dover fare anche i conti con qualcuno che ti spara in giardino. Che squallore vedere un uomo anziano travestito da Rambo che invece che chiedere umilmente scusa (il minimo) ti tratta con strafottenza e tono minaccioso. Appena ho un’ora di tempo andrò a sporgere denuncia. Ho le foto. Le testimonianze, i pallini.

Benedetto smartphone, in questo caso più potente di un fucile. Sporgerò denuncia perché bisogna imparare a tutelare se stessi e gli altri. Le parole di odio portano altro odio. Non hanno mai generato nulla di positivo. Bisogna denunciare e basta. I deboli e i poveracci usano i social per offendere e spargere veleno. I forti e i “pensanti” li usano per arricchire le proprie conoscenze e condividere civiltà. Intraprendere battaglie etiche e creare reti importanti. Il progresso non è una cosa astratta. È una questione strettamente personale.
Ognuno di noi può essere il progresso se impara e insegna il rispetto per gli altri. Se denuncia chi trasgredisce le regole e diventa parte attiva del proprio territorio£.





Questo è un articolo pubblicato il 25-09-2020 alle 21:03 sul giornale del 26 settembre 2020 - 1694 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, caccia, giulia mancinelli, cacciatori, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bw4n





logoEV
logoEV