"Cittadini del M5S votiamo Battisti Sindaco: le motivazioni"

3' di lettura Senigallia 17/09/2020 - A Senigallia il Movimento 5 Stelle, dopo un quinquennio di consiliatura, non ha ripresentato una propria Lista e quindi chi si identifica nelle idee del movimento ha trovato in Paolo Battisti un punto di riferimento.

Un cittadino, un civico, una persona che da sempre si è battuta per temi a noi cari. Siamo presenti sia nella lista ufficiale sia nella squadra che ha supportato la candidatura di Battisti. Non abbiamo mai avuto poltrone e incarichi di nessun genere, da cittadini incarniamo quello che è lo spirito originario del Movimento, che rappresenta le tematiche relative ad ambiente, mobilità sostenibile, sviluppo, connettività e acqua pubblica. Paolo Battisti incarna tutto questo e altro. E' stato uno dei fondatori del comitato per l'acqua pubblica di Senigallia, si è sempre battuto per l'Ospedale pubblico funzionante e per l'Infermiere di Famiglia e Quartiere. Ha denunciato la chiusura delle centraline di rilevamento delle polveri sottili, si è prodigato per la tutela del verde urbano e per un aumento delle piste ciclabili. Ha chiesto venisse fatto un censimento pubblico e privato dei manufatti contenenti amianto. Grazie a lui si è costituito il comitato del Rione Porto contro un progetto di cementificazione selvaggia.

Da civico è sempre stato al servizio dei cittadini e mai dei partiti o delle poltrone. Il suo programma per i prossimi 5 anni a Senigallia prevede punti a costo zero che ci stanno molto a cuore: 1) Ripristino delle funzioni dell'Ospedale di Senigallia come punto di riferimento per la cittadinanza e la vallata. 2) Immediato riscontro in Regione per ottenere l'Infermiere di Famiglia h24 in ogni quartiere. 3) Istituzione a Senigallia di un sistema di trasporti pubblico e a bassa emissione che riduca drasticamente l'utilizzo delle auto tramite stalli di sosta intorno la città (si lascia la macchina e si viene in centro e al mare col mezzo pubblico). 4) Una politica del verde urbano che rivaluti tale componente, fondamentale e ormai abbandonata dalle ultime amministrazioni. 5) Ripristino immediato dei Consigli di Quartiere per ridare voce ai cittadini dei quartieri e delle frazioni abbandonati a loro stessi ormai da anni. 6) Istituzione di una Università a Senigallia a Palazzo Gherardi, collegata ad Ancona e che si occupi di Economia Turistica. 7) Istituzione di un serio e professionale ufficio per il reperimento di Fondi Europei in modo da cambiare il volto della città dal punto di vista economico, culturale e paesaggistico. Ricordiamo che per le elezioni comunali è previsto il voto disgiunto (votare Battisti e un candidato consigliere di un'altra lista).

E sottolineiamo che, visto che a Senigallia ci sarà sicuramente il ballottaggio, votare Battisti al primo turno non significherà perdere in nessun modo il voto. Per quanto riguarda le elezioni regionali, ci atterremo alle indicazioni del Movimento votando la nostra concittadina Stefania Martinangeli come consigliera regionale e Gian Mario Mercorelli come candidato presidente.


da Daniele Mencaroni, Daniela Olivi, Renata Graziani





Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 17-09-2020 alle 19:27 sul giornale del 18 settembre 2020 - 486 letture

In questo articolo si parla di paolo battisti, politica, L'altra Senigallia con la sinistra, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bwmE





logoEV
logoEV