Bello e Petetta (FdI) sul porto: “Importante la manutenzione ordinaria, ma pensare progetti innovativi con fondi europei”

3' di lettura Senigallia 14/08/2020 - Massimo Olivetti, candidato a sindaco del centrodestra, Massimo Bello, candidato al Consiglio Comunale e che guida la Lista di Fratelli d’Italia alle elezioni amministrative del 20 e 21 settembre, e Cinzia Petetta, candidata FDI al Consiglio Regionale, hanno incontrato al porto di Senigallia operatori e utenti della struttura per una disamina dei problemi, che attagliano la zona da anni. Fratelli d’Italia lancia la sfida e propone soluzioni semplici ed efficaci.

“Alcuna promessa irrealizzabile, ma soltanto piccole certezze ed interventi concreti per ridare lustro ad una parte importante e frequentata della città, che rappresenta la prosecuzione ideale di via Carducci, del quartiere Porto e del centro storico di Senigallia”, hanno osservato Massimo Bello e Cinzia Petetta. “Poche idee, ma chiare”, aggiunge il candidato a sindaco Massimo Olivetti.

“Abbiamo trovato un luogo abbandonato – esordiscono Olivetti, Bello e Petetta - e privo di sostegno da parte di coloro, che invece avrebbero dovuto investire e gestire un’area strategica, soprattutto per le attività turistiche ed economiche di Senigallia. L’Amministrazione Mangialardi e quella della Gestiport, negli ultimi anni, hanno relegato il porto ad attività residuale della città, impedendone uno sviluppo di qualità. Abbiamo preso atto della ‘condotta omissiva’ da parte della Gestiport e della disattenzione costante dell’Amministrazione Mangialardi, che hanno sortito risultati insoddisfacenti e poco incoraggianti. Ad oggi, il porto di Senigalllia non è affatto competitivo con altre realtà dell’Adriatico.”

“Luogo poco sorvegliato, servizi carenti – aggiunge Massimo Bello di Fratelli d’Italia - e ridotti al minimo. Come ad esempio il mancato funzionamento del travel lift per il sollevamento delle barche. Presenza di topi sui pontili, ringhiere di sicurezza non a norma, carenza di servizi igienici e di parcheggi e tanto altro. Situazioni del tutto inaccettabili e poco entusiasmanti per un’area, che dovrebbe essere considerata una delle porte d’ingresso principali della città.”

“Serve con urgenza un programma di manutenzione puntuale nel breve periodo, che si protragga poi costantemente con regolarità, per offrire agli utenti e ai turisti – propongono il candidato sindaco Massimo Olivetti e i candidati al consiglio comunale Massimo Bello e Cinzia Petetta - una serie di servizi certi ed innovativi, ma anche una proposta progettuale nel medio e lungo termine, che cambi volto a parte dell’area portuale di Senigallia e che riesca a risollevare un settore strategico per lo sviluppo economico e turistico della città”.

“Il porto deve diventare un polo attrattivo d’eccellenza per turisti provenienti da tutto il mondo, ma allo stesso tempo – concludono Massimo Bello, candidato di Fratelli d’Italia al consiglio comunale di Senigallia, e Massimo Olivetti, candidato a sindaco del centrodestra - è immediatamente necessario implementare i servizi fondamentali, valorizzando alcune aree del porto, che da anni aspettano una destinazione ed una riqualificazione definitive. I fondi UE, in proposito, possono sostenere progetti innovativi e del tutto efficaci da condividere con altre città costiere, anche e in particolare con quelle al di là dell’Adriatico".








Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 14-08-2020 alle 13:01 sul giornale del 17 agosto 2020 - 1126 letture

In questo articolo si parla di politica, fratelli d'italia, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/btoR





logoEV