Welfare: la proposta di “Amo Senigallia”

3' di lettura Senigallia 13/08/2020 - Amo Senigallia ritiene il welfare territoriale fondamentale per una comunità e per questo avanza una proposta integrata che trova il suo fondamento nel benessere sociale, nella sicurezza, nella rete di servizi, nell’integrazione delle politiche e delle risorse.

Obiettivo strategico dell’azione di governo sarà investire in un welfare territoriale pubblico fondato su un ruolo forte dell’Unione dei Comuni e sull’integrazione con le politiche per la sicurezza che coinvolga l’Associazionismo e le realtà pubbliche.

Le politiche territoriali di welfare non possono più prescindere dalle esigenze di sicurezza dei cittadini: le strutture competenti programmeranno gli interventi in costante confronto perseguendo il comune obiettivo del benessere sociale e della sicurezza di comunità, dove per sicurezza si intende “quella condizione complessiva che dà al cittadino di ogni età la sensazione di essere al sicuro”.

Le politiche di contrasto all’esclusione sociale e di promozione del benessere dovranno integrarsi con quelle per l’istruzione, lo sport e con le politiche per la casa.
Ciò sarà perseguito aumentando il coordinamento interno all’Amministrazione tra Assessorati ed Aree, ma soprattutto rafforzando la rete di organizzazioni, di culture e di persone che hanno reso il nostro territorio uno dei più dinamici della regione, nonché innovando ed individuando soluzioni che rispondano alle richieste di interventi sempre più personalizzati. Uno dei cardini del rafforzamento della rete è l’integrazione con il Terzo Settore (oggi profondamente rivisto sotto il profilo normativo): associazionismo e cooperazione sociale sono risorse territoriali da valorizzare, pur con un forte ruolo d’indirizzo del servizio pubblico e risorse adeguate.

Il futuro che ci aspetta vedrà un servizio pubblico sempre meno assistenzialista e sempre più aggregazione di risorse e di conoscenza, che obbligano lo sviluppo delle capacità dell’Amministrazione di reperire risorse finanziarie dall’Unione Europea, dallo Stato e dalla Regione, attraverso una progettazione coordinata ed efficace.
L’integrazione sociosanitaria dovrà porsi come obiettivo prioritario il mantenimento in piena funzionalità del presidio ospedaliero dell’ASUR al servizio della comunità territoriale. L’ospedale, inteso come conoscenza, efficacia, accessibilità, è un patrimonio del territorio e dei cittadini, e va assolutamente salvaguardato nella sua capacità di offerta di servizi. Per questo il Sindaco, massima autorità sanitaria del territorio, si batterà con la Regione e con l’ASUR per ottenere investimenti che possano qualificarlo ulteriormente.

Le politiche sociali di “Amo Senigallia” puntano a ridurre le diseguaglianze tra cittadini e facilitare l’accesso ai servizi attraverso il potenziamento dell’offerta domiciliare che, anche in tempi di pandemia, risulta l’arma vincente per soddisfare i bisogni. Sarà determinante sviluppare un sistema informativo moderno ed efficiente, al servizio di operatori e cittadini, che permetta non solo di essere informati ma di trovare risposte concrete.

In questa navigazione nel mare aperto della complessità, l’Amministrazione dovrà farsi carico anche dell’accompagnamento culturale dei portatori d’interesse, potenziando la trasparenza e mirando all’equità, abbandonando interventi a pioggia e ricorrendo al criterio di co-partecipazione. Inoltre punterà alla semplificazione.
“Semplificazione” sarà la parola d’ordine dell’Amministrazione per far sì che questa rete collaborativa di entità ed istituzioni sia snella, trasparente ed accessibile ai fruitori dei servizi attraverso la digitalizzazione.






Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 13-08-2020 alle 09:17 sul giornale del 14 agosto 2020 - 489 letture

In questo articolo si parla di politica, spazio elettorale autogestito, Amo Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/btgn





logoEV