Bonus partita Iva, Rubini: ''L'ho chiesto e ottenuto, ora processatemi''

Francesco Rubini 1' di lettura Senigallia 10/08/2020 - C'è anche il consigliere comunale di Ancona Francesco Rubini tra i beneficiari del bonus destinato ai liberi professionisti in difficoltà per l'emergenza Covid. Lo ha rivelato lui stesso con un duro post su Facebook

"Ho 29 anni - scrive Rubini -, sono un giovane avvocato precario con una Partita Iva aperta nel 2019 e faccio il Consigliere Comunale nel Comune di Ancona dove percepisco gettoni di presenza (niente stipendio, indennità, rimborsi, benefit etc, etc) per una media di 600/700 euro al mese (ribadisco: 600/700 euro) per gestire commissioni, sedute del consiglio, rapporto con i cittadini, incontri sul territorio e tutto ciò che concerne il ruolo".

"Ho chiesto e ottenuto il bonus di 600 euro per i liberi professionisti perché, malgrado una laurea magistrale, un titolo da avvocato, una nobile professione e un ruolo istituzionale in un capoluogo, sono ancora costretto a barcamenarmi per avere un reddito mensile decente", spiega il capogruppo di Altra Idea di Città.

"Adesso, cari populisti da strapazzo, odiatori di professione, leoni da tastiera e buffoni vari, venite a prendermi per processarmi in pubblica piazza nella vostra ridicola guerra contro 'i politici ladri'. Vi aspetto a braccia aperte", conclude.

Secondo quanto riportato da Repubblica, sono circa 2mila, tra consiglieri e assessori comunali e regionali e sindaci, ad aver percepito il bonus Inps. Oltre ai cinque parlamentari che hanno fatto scoppiare il caso, dato lo stipendio mensile netto da oltre 13 mila euro.






Questo è un articolo pubblicato il 10-08-2020 alle 20:22 sul giornale del 11 agosto 2020 - 257 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, Francesco Rubini, articolo, covid, bonus inps

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bs62





logoEV