contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Serra de' Conti: il gruppo consiliare "Civica" diserta seduta del Consiglio Comunale

3' di lettura
379

da Lista Civica


I sottoscritti Silvano Simonetti e Emilio Zannotti, in previsione del Consiglio del Consiglio previsto per il giorno 28/07/2020,comunicano che, loro malgrado, non prenderanno parte alla seduta.

Le motivazioni che adducono alla suddetta scelta, trovano fondamento nel pessimo trattamento riservato alle Minoranze consiliari da parte di codesta Amministrazione: da più di un anno si è insediato il Consiglio da Lei presieduto, e non esiste traccia nei verbali delle sedute di Consiglio Comunale, di quanto dibattuto in aula, di ciò che le minoranze, ed in particolare di “Civica”, abbiano esposto, proposto e contestato. In più occasioni, nel consesso pubblico, ed in altre riunioni, è stato sottolineato l’assenza di registrazione e di trascrizione di quanto dibattuto nelle sedute di pubbliche: è stato sempre da Lei risposto, temporeggiando, che si sarebbe provveduto quanto prima a ripristinare ciò che da sempre è stato elemento fondamentale di democrazia, di partecipazione, di confronto e di libertà: dare voce e lasciare traccia scritta a quanto i rappresentanti dei cittadini esprimono nella massima sede istituzionale locale. Un cittadino interessato a leggere i verbali consiliari, può constatare della veridicità di quanto contestato dai sottoscritti: interrogazioni delle Minoranze come le relative risposte dell’Amministrazione, mai rappresentate per iscritto.

L’ultima adunanza del Consiglio Comunale del 29 giugno scorso, poco più di un’ora di interrogazioni e dibattito, sulle stesse, fra le Parti (vedi Delibera C.C. n. 20) : “…Il Consigliere Simonetti Silvano, dietro invito del Sindaco, illustra le interrogazioni di cui alla nota prot. Com.le n. 3834 del 22.06.2020, qui allegata. Rispondono il Sindaco e il Vicesindaco, in particolare, con riferimento:

- al punto 1) verrà costituito un gruppo di lavoro, a livello di conferenza dei capigruppo, per approfondire la tematica delle interrogazioni orali all'interno del Regolamento del Consiglio comunale;

- al punto 2), nell' ottica di fornire un contributo positivo sul tema della trascrizione dei verbali consiliari, sono state contattate varie ditte per la sbobinatura, ma tutte hanno fatto presente che occorre fare attenzione alla scelta degli strumenti di registrazione, quelli più consoni si aggirano sui 3000 euro;

- al punto 3) le telecamere sono tutte funzionanti e, pur non essendo regolarizzate dalla prefettura come strumento di prova per gli illeciti, sono utilizzate per gli scopi propri della sorveglianza.

Il Sindaco porta poi a conoscenza il Consiglio che, da parte del gruppo della lista civica "Serra migliore", è pervenuta una nota con la quale si chiede al Sindaco di riferire circa i fatti verificatisi nel fine settimana del 20/21 giugno uu.ss.in ordine allo svolgimento di un cd. "Rave party". Il Sindaco riferisce degli accertamenti svolti anche con l'ausilio delle Forze dell'ordine e afferma che di questi fatti è stata data notizia alla Prefettura perchè, nell'ambito delle proprie competenze, si adoperi per far sì che tali eventi si svolgano nel rispetto di tutte le norme a tutela della salute dei cittadini e dell'ordine pubblico. Il consigliere Sbaffi osserva che, nella circostanza, si sono superati i limiti della normale tollerabilità, sia dal punto di vista dell'inquinamento acustico che più in generale della libertà delle persone. Seguono infine alcune interrogazioni urgenti dei Consiglieri Zannotti e Sbaffi a cui rispondono il Sindaco e Vice Sindaco...”

Argomenti di dibattito per gli altri punti all’ordine del giorno: nulla o quasi. Un consolidato strumento descrittivo della realtà politico-amministrativa con la nuova Amministrazione è stato nettamente cancellato. Atteggiamento mai successo nella nostra realtà. Si trova traccia, negli antichi documenti dell’archivio storico, che fin dai tempi del medio evo, saggiamente, gli amministratori riportavano su pergamene le note di quanto dibattuto: un segno di oculatezza politica, di cultura e doverosa cronistoria. Un atto di censura dell’Ammnistrazione fuori luogo, inaccettabile e anacronistica.

I sottoscritti chiedono alla S.V. di dare lettura e porre agli atti della seduta questa nota in apertura del Consiglio Comunale del 28 luglio prossimo, in particolare al 1° punto all’o.d.g. “Comunicazioni del Sindaco”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2020 alle 17:50 sul giornale del 30 luglio 2020 - 379 letture