contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
articolo

Approvata in consiglio la Tari 2020: il Comune abbatte l'aumento per le imprese

1' di lettura
913

di Giulia Mancinelli
senigallia@vivere.it


Seduta consiliare in gran parte dedicata all'assesstamento di bilancio quella di ieri. A tenere banco è stata però la Tari, la tassa sui rifiuti che nel 2020 teoricamente aumenta ma in realtà diminuisce per le utenze non domestiche.

L'assessore al Commercio Ludovica Giuliani ha infatti spiegato e rassicurato sull'aumento nominale della tassa che per le imprese è di circa il 2,4%. Un aumento, arrivato a seguito dell'emergenza sanitaria, su cui però la Giunta ha deciso di intervenire con un impatto mitigativo. L'aumento della Tari per le imprese sarà infatti coperto da un fono di ristoro stanziato dal comune stesso (che poi spera di rivalersi sui fondi statali) in modo che le attività non abbiano variazioni effettive.

“Faccio un esempio prendendo la categoria delle parrucchiere, estetiste ecc. -ha spiegato l'assessore Giuliani- Nel 2019 la quota fissa era del 2,81 e quella variabile del 2,58, mentre nel 2020 la quota fissa scende a 2,65 e quella variabile sale a 2,85. Questo lieve incremento sarà compensato con un abbattimento introdotto sulla quarta rata da pagare, quella di dicembre. Per tanto, alla fine le utenze avranno un abbattimento del 25% con riduzioni sostanziali della tassa”. Nulla cambia invece per le utenze domestiche le cui aliquote nel 2020 restano invariate. Confemata anche l'abolizione della Tasi, come introdotto dall'ultima legge Finanziaria.



Questo è un articolo pubblicato il 29-07-2020 alle 21:30 sul giornale del 30 luglio 2020 - 913 letture