contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Disservizio della sanità senigalliese, un lettore: "Rifiutato un appuntamento medico perché non residente in città"

2' di lettura
2441
da un lettore di Vs

sanità ospedale
Sono un pensionato residente a Roma ma domiciliato nei mesi estivi a Senigallia dove posseggo una casa, per la quale pago le tasse comprese quelle dei rifiuti con le dovute addizionali regionali, l'acqua, la luce etc (in misura pure superiore rispetto ad un residente); per oltre 3 mesi quindi contribuisco anche al turismo per questa bella città.

A fine giugno ho avuto necessità di rivolgermi al pronto soccorso di Senigallia a seguito di un incidente domestico essendomi ferito con un ferro arrugginito.

Al pronto soccorso, non avendo più la "copertura" della precedente antitetanica, mi hanno curato e somministrato le gammaglobuline con la prescrizione di iniziare la profilassi antitetanica presso il locale centro vaccinale da svolgere con una prima dose entro una settimana, una seconda a 6/8 settimane ed una terza dopo 3 mesi.

Il 7 luglio quindi mi sono sottoposto alla prima dose ed ho quindi richiesto il successivo appuntamento come da protocollo, ma mi è stato rifiutato perché non residente a Senigallia adducendo problemi di costi per la Regione Marche!

Sapevo che il servizio sanitario fosse nazionale. Lo è ancora?

Dopo ripetuti solleciti e richieste, contrariamente al protocollo indicato dal medico del pronto soccorso, confermato anche dalla modulistica dell'Area Vasta 2 che mi è stata rilasciata, martedì, dapprima mi sono stati ancora opposti motivi di budget perchè appartenente ad altra Regione, poi mi è stato detto che non è vero che il protocollo vaccinale preveda per la seconda dose la scadenza di 6/8 settimane e che la prima dose è sufficiente come "copertura" per anni a venire, poi alla fine mi hanno dato appuntamento per il 6 ottobre prossimo avendo io detto che mi sarei trattenuto a Senigallia almeno fino a metà settembre!

A pensar male, non si sbaglia.



sanità ospedale

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-07-2020 alle 12:08 sul giornale del 22 luglio 2020 - 2441 letture