contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
Spazio elettorale autogestito

Un patto con i dipendenti, più organizzazione e digitale: la ricetta di Volpini per la macchina comunale

3' di lettura
1290

da Fabrizio Volpini
candidato sindaco


fabrizio volpini
Ci sono temi di grande importanza che spesso durante una campagna elettorale per le elezioni comunali, fra slogan polemiche che servono solo a conquistare visibilità, faticano a “conquistare la scena”. Eppure è proprio a livello locale che la discussione politica dovrebbe rendere partecipi i cittadini anche di quelle scelte più pratiche e organizzative che sono determinanti per il raggiungimento degli obiettivi.

In altre parole: chi si propone di guidare un territorio, oltre a tracciare la strada e proporre punti di arrivo agli elettori, dovrebbe spiegare loro con che “macchina” intende compiere quel viaggio. Per questo, afferma Volpini «il tema strutturale dell’organizzazione Comunale, a partire dalla relazione fra le persone che vi lavorano e il Comune stesso, deve essere portato al centro del dibattito. Infatti, tanto più una persona sente di appartenere all'organizzazione - perché ne condivide i valori, le pratiche, i linguaggi - tanto più trova motivazione e significato nel suo lavoro. Ecco perché il concetto di benessere organizzativo è il primo elemento che influenza efficienza, produttività e sviluppo in ogni azienda. Ed ecco perché questo deve essere un obiettivo da conseguire, a maggior ragione, in una struttura pubblica, i cui dipendenti ogni giorno prestano il loro lavoro e le loro competenze a favore di un intera collettività».

Inutile nascondersi dietro a un dito: negli anni, e in particolare dalle misure spending review varate a decorrere dal 2011, attualmente molti uffici risultano largamente sotto dimensionati, con conseguente aggravio dei carichi di lavoro e con il rischio di scadimento qualitativo dei servizi offerti. Ma, continua Volpini «Si può e si deve migliorare questa situazione, pur se i limiti dettati dalle norme di contenimento delle spese permangono. E per riorganizzarsi e potenziare la capacità dei propri uffici, il Comune di Senigallia deve tornare a collaborare e confrontarsi costantemente con le rappresentanze dei dipendenti. Con loro, insieme e determinati nell’offrire il miglior servizio ai cittadini, sarà possibile cambiare davvero».

Nel programma delle liste a sostegno di Fabrizio Volpini questo aspetto è scritto a chiare lettere: obiettivo strategico della prossima Amministrazione comunale sarà quello di costruire e di gestire il nuovo modello organizzativo dell’Ente in collaborazione e con il continuo confronto con le rappresentanze sindacali. Così come è previsto il potenziamento progressivo degli organici, a partire dai settori in cui si registra una maggiore sofferenza, e una politica di contenimento delle esternalizzazioni nella consapevolezza che la correttezza delle relazioni con cittadini e imprese sono meglio garantite tramite gestione diretta piuttosto che con la formula dell’appalto di servizi o con forme varie di esternalizzazioni.

In sostanza, conclude Volpini: «Un Comune più efficiente, con più risorse e più strumenti, procedure più scorrevoli e dipendenti più motivati ai quali viene riconosciuto il loro lavoro per la città. Il tutto attraverso anche una figura che, stabilmente e con una delega forte, funga da riferimento di questa rivoluzione organizzativa e di rapporti con il personale all’interno del Comune. E senza dimenticare tutte le possibilità che la tecnologia ci può offrire per snellire le procedure, rendere più efficienti e sicuri i processi amministrativi, offrire servizi sempre più puntuali e veloci. Quella del digitale, infatti, è l’altra sfida fondamentale che deve vedere il Comune e tutti i dipendenti comunali determinati ad offrire il miglior servizio a cittadini e imprese. Ed è questo il digitale che intendiamo promuovere».



fabrizio volpini

Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 19-07-2020 alle 10:55 sul giornale del 20 luglio 2020 - 1290 letture