Comitato NO al referendum, Rosaria Diamantini: "Diminuire il numero dei parlamentari significa più potere nelle mani di pochi non scelti direttamente"

1' di lettura Senigallia 16/07/2020 - Come Comitato per il No al taglio del Parlamento, al fine di poter fare la miglior informazione possibile perché tutti gli elettori possano esprimere un giudizio motivato nel momento in cui avranno la scheda in mano, abbiamo intrapreso un’iniziativa con i candidati alla carica di Sindaco chiedendo loro: come voterete al referendum?

In ogni caso, sia per il NO che per il SI, pensiamo che sia importante conoscere le motivazioni, le idee, gli orientamenti e le intenzioni di quanti potrebbero essere presto nella condizione di rappresentarci.

La prima candidata che ha risposto alla nostra iniziativa è stata Rosaria Diamantini che ha così motivato il suo deciso NO AL TAGLIO DEL PARLAMENTO: “Voterò e voteremo NO al referendum costituzionale perché riteniamo che la Costituzione non vada cambiata (titolo V e pareggio di bilancio sono esempi disastrosi), e perché in questo frangente avrebbe senso produrre una legge elettorale proporzionale costituzionalmente rispettosa del volere elettorale. Diminuire il numero dei parlamentari ORA significa più potere nelle mani di pochi non scelti direttamente. I risparmi poi non si fanno sul numero, ma su privilegi e presenze”.


da Comitato per il No al referendum costituzionale





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2020 alle 09:23 sul giornale del 17 luglio 2020 - 699 letture

In questo articolo si parla di politica, no al referendum costituzionale, comunicato stampa e piace a Daniele_Sole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqLH





logoEV
logoEV