Fermo: Con l'ordinanza firmata dal Commissario alla ricostruzione Legnini in arrivo contributi fino a 200.000 euro per i comuni del cratere

4' di lettura Senigallia 03/07/2020 -   Nel  fermano sono 16  quelli  ricompresi e il finanziamento servirà a sistemare,dissesti, aprire Musei, mettere in sicurezza strutture e tratti di strada, realizzare centri di protezione civile,  sistemare danni ai cimiteri, intervenire sul miglioramento sismico di edifici e persino realizzare una stazione di carburante. I lavori dei progetti presentati dovranno iniziare entro 1 anno dall'ordinanza.

“ Si vede che Legnini, prima di ricoprire questo ruolo è stato Sindaco. E’ molto operativo e si è calato molto bene nel ruolo di Commissario alla ricostruzione, è la persona che ci voleva”.

Questo il commento a caldo del primo cittadino di Montappone Mauro Ferranti, condiviso anche da altri sindaci, rispetto alla bella notizia legata alla firma dell’ordinanza 104 che stabilisce le modalità di assegnazione dei contributi per sisma ai comuni del cratere con meno di 30.000 abitanti. Finanziamenti finalmente in arrivo, per un massimo di 200.000 euro a comune, per poter iniziare i lavori come da progetti presentati qualche mese fa e ritenuti finanziabili. Anzi schede tecniche, perché i progetti esecutivi degli interventi proposti dovranno ora essere predisposti e depositati all’ufficio per la ricostruzione e i lavori dovranno obbligatoriamente iniziare entro un anno dall’ordinanza. Quanto ai tempi di arrivo dei soldi è previsto : il 20% dell’importo entro 15 giorni dalla firma; il 60% dell’importo entro 15 giorni dalla comunicazione dei comuni di avvenuta aggiudicazione dei lavori ; il restante 20% entro 15 giorni dalla rendicontazione.

Ad Belmonte piceno, con soddisfazione del Sindaco Bascioni che tanto ci tiene , l’importo servirà al miglioramento sismico dell’edificio ex ISC Cestoni che sarà riconvertito come nuova sede del Museo Archeologico. “ Con i 200.000 euro lo renderemo agibile poi si procederà per stralci successivi e puntiamo ad avere pronta la nuova sede in tempi brevi”- commenta.

A Montegiorgio l’importo finanziato, insieme ad altri fondi, servirà a realizzare una struttura che possa contenere il C.O.C ( centro operativo comunale che si attiva durante le emergenze) – spiega il Sindaco Ortenzi- Infatti dopo il sisma del 2016 i tecnici della regione ci avevano invitato a delocalizzare le funzioni strategiche del comune e il coc, attualmente ospitati nel palazzo comunale. La ratio è che non si possono avere uffici strategici e centri operativi all’interno di luoghi potenzialmente non raggiungibili in caso di sisma e conseguente inagibilità del centro storico”.

A Massa Fermana i fondi saranno utilizzati per il ripristino e la riparazione di un blocco di loculi del cimitero che era stato danneggiato dal sisma.

A Montappone saranno spesi per manutenzione straordinaria dei collegamenti pedonali al cimitero ( 120.000) e e per ristrutturare il Teatro ( 80.000).

A Falerone ci sistemeranno tratti di strada danneggiati da sisma ed eventi atmosferici.

Ad Amandola serviranno per mettere in sicurezza il dissesto della scarpata di Piazzale Garibaldi.

A Monte San Pietro Morico ci adegueranno la Palestra per realizzarci un centro di Protezone Civile e accoglienza popolazioni.

A Monte Vidon Corrado si faranno lavori di contrasto al dissesto idrogeologico nel versante sud del centro storico.

A Montefalcone serviranno a migliorare l’Area Camper nell’ ex Tirassegno ( 60.000) e realizzare l’area di ammassamento e ricovero protezione civile ( 140.000).

A Montefortino sarà ricostruito il paramento murario a sostegno della scarpata a Piedivalle

A Monteleone è prevista la manutenzione e rifinalizzazione degli edifici Dimora di Charme e l’ex torrione, più il ripristino della viabilità infrastrutturale principale.

A Montelparo con 80.000 ci riqualificheranno l’impianto sportivo e le aree limitrofe del centro storico. Gli altri 120.000 serviranno al ripristino delle infrastrutture comunali in Piazza e vie limitrofe dissestate.

A Ortezzano i 200.000 saranno così spacchettati: 50.000 per l’ampliamento dell’area di ammassamento a Valdaso; 90.000 per recupero del campo polivalente e manutenzione dello spogliatoio annesso; 60.000 per la messa in sicurezza e manutenzione dei marciapiedi ai fini della sicurezza di pedoni e portatori di hadicap.

Santa Vittoria in Matenano ne userà 50.000 per ristrutturare e risanare l’impianto sportivo, e 150.000 per un nuovo marciapiede in viale della Vittoria.

Servigliano li utilizzerà per la riparazione della ex scuola a Curetta e strutture connesse e per l’impianto di illuminazione Luci a Curetta.

Smerillo, infine, prevede l’utilizzo per lavori infrastrutturali allo scopo di realizzare una stazione di carburante.






Questo è un articolo pubblicato il 03-07-2020 alle 18:06 sul giornale del 06 luglio 2020 - 215 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Comuni, ricostruzione, sisma, commissario, articolo, marina vita, Legnini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpMs





logoEV
logoEV