Tentata truffa del "resto dei 50 euro", l'episodio segnalato sul lungomare Mameli

1' di lettura Senigallia 02/07/2020 - Tentata truffa sul lungomare Mameli, con il trucchetto del "resto dei 50 euro"

Il metodo non è nuovo, e anche la scorsa estate diversi tentativi, alcuni dei quali andati a segno sono stati denunciati alle forze dell'ordine. Con il ritorno della bella stagione sembra essere tornato in voga in citttà il tentativo di truffa ai commercianti. A rischiare di finire di essere truffato un esercente del lungomare Mameli. L'abilità del truffatore rischia infatti di ingannare l’esercente che, come spesso accadde, viene tratto in confusione in alcuni casi anche grazie all’entrata in scena di un complice.

"Signorina con maglia rosa, accento finto spagnolo e auto, credo Audi, guidata da un complice, va in giro a fare il trucchetto del resto con 50euro...successo sul lungomare Mameli altezza lido Acquapazza. Fate attenzione", ha messo in guardia un senigalliese sui social.

Di solito con la scusa di volere fare un piccolo acquisto, il truffatore si reca alla cassa mostrando la banconota da 50 euro. Lo scopo è quello di approfittare della concentrazione del cassiere, nel cercare la moneta da restituire. Pochi secondi durante i quali l’imbroglione tenta varie tecniche o sostituendo all’ultimo momento i 50 euro, con una banconota dal minore valore, ma incassando il resto dei cinquanta euro, oppure servendosi anche della complicità di una seconda persona, un finto cliente che distra e mette in confusione chi sta alla cassa, che può rischiare di consegnare ai malviventi il resto di una banconota anche mai incassata.






Questo è un articolo pubblicato il 02-07-2020 alle 18:38 sul giornale del 03 luglio 2020 - 5813 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bpFG





logoEV
logoEV