contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Lega: alcune proposte per l'emergenza economica legata al Covid

3' di lettura
356

da Lega


Purtroppo la “Lega per Salvini Premier” non dispone attualmente di alcun Consigliere Comunale, pertanto non ha la possibilità di attivare direttamente procedure che rientrano nella competenza di tale istituzione.

Non di meno, è presente a Senigallia un Direttivo Lega, dei militanti,e simpatizzanti, in grado di avanzare fattive proposte finalizzate ad affrontare nel migliore dei modi l’emergenza economica e sociale scaturita dal Covid-19.

Per i motivi sopra esposti è stato scelto di inoltrare le proprie proposte attraverso una “lettera aperta” indirizzata all’Amministrazione Comunale di Senigallia, nella speranza che almeno qualcuna delle iniziative sotto elencate venga recepita ed applicata.

A nostro avviso si tratta di proposte di buon senso necessarie per andare incontro alle esigenze di famiglie e attività in difficoltà. Lo facciamo con spirito costruttivo, prendendo atto che l’Amministrazione Comunale ha già adottato talune iniziative, almeno parzialmente, mentre per altre ci sta già pensando.

Istituzione di una efficiente cabina di regia, coinvolgendo le associazioni di categoria per intercettare bisogni e proposte per affrontare la crisi attuale e programmare il dopo.

Esenzione della TOSAP (quindi non mero rinvio del pagamento) in previsione del distanziamento sociale per bar, ristoranti, stabilimenti balneari, alberghi e dove possibile concedere più spazio, gratuitamente, così da agevolare l’organizzazione degli spazi.

Sospensione di IMU e TARI per tutto il 2020, prevedendo una rateizzazione senza interessi di mora e sanzioni a partire da gennaio 2021. Per le attività produttive ricalcolo della TARI, considerando i tempi di chiusura attività.

Sospensione dei canoni di locazione nei locali di proprietà comunali per tutto il periodo di chiusura attività, in termini più favorevoli rispetto alle disposizioni governative.

Sospensione dei canoni di locazione per le società e associazioni sportive che usufruiscono di impianti comunali, in termini più favorevoli rispetto alle disposizioni governative.

Proporre nelle sedi competenti la riduzione del pagamento dei canoni demaniali almeno del 50% visto le scarse prospettive circa l’afflusso dei vacanzieri che si prospetta o slittamento di tale balzello al 2021 con reinvestimento almeno del 50% in lavori di manutenzione e rinnovamento.

Rimodulazione o sospensione parchimetri nei lungomare.

Ora c’è la parte più complessa perché per attuarla dovremmo aspettare l’approvazione del bilancio, cosa che al momento non è ancora avvenuta. Molto probabilmente sarà un bilancio che potrà disporre di talune risorse straordinarie derivanti sia dagli aiuti di Stato, sia dal blocco dei mutui, sia dalle somme destinate a sovvenzioni / eventi in genere che non sono state impegnate.

Per tale motivo, chiediamo all’Amministrazione Comunale di utilizzare queste somme disponibili per creare un fondo destinato a sostenere le famiglie, le attività commerciali e le imprese in difficoltà. Questo è il momento di mettere in campo il famoso Micro Credito Comunale per aiutare a sopravvivere tutte quelle attività che con fatica sono riuscite a superare la crisi economica che da anni attanaglia la nostra città e per non far morire i sogni e i sacrifici di chi si è speso in prima persona per non far diventare questo territorio un deserto più esteso di quello che è, e per aiutare le famiglie di chi senza colpa oggi si trova a non avere un reddito e non è coperto da nessun ammortizzatore sociale.

Se l’Amministrazione metterà in campo queste proposte e altre che vadano in questa direzione, siamo pronti ad impegnarci per dare una mano con spirito collaborativo e di servizio verso la comunità. Chiediamo che venga convocato al più presto il Consiglio Comunale per approvare il bilancio così da poter mettere in atto tutto quello che serve per aiutare chi in questo momento è in difficoltà



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2020 alle 21:00 sul giornale del 23 aprile 2020 - 356 letture