x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

La Dirigente Scimone ringrazia la Protezione Civile che ha consegnato tablet e pc agli studenti

1' di lettura
748

da Istituto Comprensivo 'Senigallia Centro Fagnani'
 


studiare

In un stoico aforisma, tratto dai “Pensieri”, l’imperatore Marco Aurelio scrisse “Non discutere più di come debba essere l'uomo per bene, ma siilo”. Ho ricordato ed usato questo adagio perché è un imperativo che mette in rilievo due aspetti importanti del vivere sociale: essere persone per bene che non desiderano solo “mostrare di esserlo”, ma dimostrare attraverso i fatti di saperlo incarnare; e non cincischiare teoricamente su quali caratteristiche debba possedere l’umanità per potersi definire eccellente, ma perseguire il nobile obiettivo di testimoniare, attraverso atti eticamente incliti, la sua concreta essenza.

Con questa citazione, intendo ringraziare ab imo corde e pubblicamente l’organismo più giustamente riconosciuto e accreditato in Italia non solo in quest’ultimo periodo: la Protezione Civile.

Lunedì 20 aprile, per il tramite della Polizia Municipale, la dr.ssa Daniela Giuliani ha coordinato la raccolta di dispositivi tecnologici all’interno dell’IC Giulio Fagnani e la distribuzione presso i loro domicili degli stessi, per consentire a ragazzi e bambini della scuola di poter seguire le lezioni a distanza, grazie a tablet e computer in comodato d’uso.

È stata un’operazione sinergica e cooperativa che ha dimostrato come l’aiuto reciproco, l’impegno disinteressato ed il servizio alla comunità senigalliese possano tradursi in un progetto vincente che è capace di avere ragione delle difficoltà e delle emergenze senza falsi coonestamenti ed infingarde giustificazioni: insieme si può avere ragione anche dell’imponderabile, lo scriveva sommessamente Leopardi e lo ripeto con grande orgoglio io “contra l’empia natura strinse i mortali in social catena”.



studiare

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2020 alle 10:01 sul giornale del 23 aprile 2020 - 748 letture