#iorestoopenacasa: didattica a distanza intrattenimento e attualità, nell'appuntamento del Panzini

2' di lettura Senigallia 17/04/2020 - Nel pomeriggio di giovedì alle 18:00 in diretta Facebook è andato in scena uno straordinario ed innovativo esperimento di didattica digitale, di coesione territoriale, internazionale e di speranza.

Il contest #IORESTOOPENACASA nasce dalla collaborazione dell’Istituto d’Istruzione Superiore “A. Panzini” di Senigallia con Tipicità e l’Associazione Cuochi Regione Marche. La diretta, aperta dal messaggio di Angelo Serri, è stata magistralmente condotta da Marco Ardemagni e ha visto l’avvicendarsi di giovani studenti del Panzini, dei loro docenti e del Dirigente Scolastico Alessandro Impoco oltre ad ospiti d’onore quali grandi chef, docenti universitari e l’anima organizzativa di tipicità Alberto Monachesi.

Il contest ed i suoi protagonisti hanno dato vita ad un format innovativo, un’unione di didattica a distanza integrata all’intrattenimento e all’approfondimento di temi di attualità. #IORESTOOPENACASA è entrato nelle case di tantissimi dando un’opportunità di stare nuovamente assieme in questo momento di distanza fisica. I quattro giovani finalisti, supportati dai rispettivi insegnanti, si sono sfidati in diretta presentando i loro cavalli di battaglia: Aurora - Sorbetto Ace, Elisa- Tagliatelle alla clorofilla, Gaetano- Pizza di Pasqua e Riccardo-Sweet zucchini.

Il voto della giuria popolare, rappresentato in diretta dal sorriso e dalla voce della studentessa Gioia, e quello della giuria di qualità, formata dal Presidente Luca Santini e dai giurati Simone Baleani, Walter Borsini e Luigino Bruni, hanno sancito la vittoria di Aurora. In collegamento vi erano come graditissimi ospiti due grandi chef, Enrico Mazzaroni e Michele Casadei Massari che oltre a presentare i loro piatti hanno reso ancor più significativa e gratificante la partecipazione degli studenti con domande e apprezzamenti sul loro operato. Enrico Mazzaroni, titolare del Tiglio di Isola di Montemonaco, già precedentemente colpito dal sisma del 2016 e ora dalla pandemia, ha proposto la sua “Lasagna 2.0” e con il suo sorriso e la sua energia ha mostrato una volta di più la caparbietà di reiventarsi e reagire con coraggio e positività alle difficoltà.

Da New York lo chef Michele Casadei Massari, titolare della Lucciola, ci ha presentato le sue “Polpette propedeutiche” ricche di zinco e albumina che avrebbe servito in giornata al personale dell’ospedale Mont Sinai di New York, drammaticamente colpita anch’essa dal Covid-19. Un altro contributo importante è stato dato dal docente universitario e coordinatore del corso di Scienze gastronomiche dell’università di Camerino, Gianni Sagratini, che agganciandosi al tema Covid-19 ha riportato alcune importanti sperimentazioni messe in atto dall’UNICAM. In un momento come quello attuale in cui le limitazioni alla libertà personale dovute all’emergenza Covid-19 sembrano disgregare la nostra quotidianità, per un’ora e mezza siamo riusciti a ritrovarci e a suggerire con il coraggio proprio dei giovani una nuova strada da seguire per poter ripartire tutti insieme. Sono state ridotte tutte le distanze.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2020 alle 19:04 sul giornale del 18 aprile 2020 - 834 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, senigallia, Istituo Alberghiero Panzini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bjQ3





logoEV
logoEV