I tour operator delle Marche incontrano con il presidente dell'Anci Maurizio Mangialardi

2' di lettura Senigallia 10/04/2020 - Continuano gli appuntamenti dei tour operator delle Marche per sensibilizzare le istituzioni regionali e nazionali rispetto alla crisi del comparto.

Si è tenuto oggi un incontro in videoconferenza tra l'associazione dei tour operator delle Marche, Inside Marche, ed il Presidente dell'ANCI Marche, Maurizio Mangialardi. Il turismo è fermo e sara' molto difficile ripartire con slancio anche quando l'emergenza sanitaria sarà finita. L'incoming turistico organizzato (agenzie e tour operator) è una vera e propria fonte di ricchezza che genera un volume di affari solo nelle Marche di oltre 20milioni di euro ed impiega oltre 200 persone direttamente e con l'indotto; è un settore che mobilita decine di migliaia di presenze turistiche che permettono ai diversi attori di agganciare economie importanti: strutture ricettive (hotel, agriturismi, B&B, casolari), attività di servizio (bagnini, trasporti pubblici e turistici, guide, musei, ristoranti) e attività commerciali presenti nell’intero territorio regionale. Le presenze durante l’intero arco dell’anno costituiscono il 50% di tutto il movimento turistico regionale, contribuendo alla destagionalizzazione.

L'emergenza sanitaria ha causato la cancellazione di tutte le prenotazioni dall’estero e quasi tutte dall'Italia: tutta la promozione e gli investimenti messi in atto da settembre 2019 a marzo 2020 sono andati persi, in un anno che sembrava poter essere da record, grazie alla forte promozione della Regione Marche e la promozione di Lonelyplanet che aveva inserito le Marche nella Top20 delle Regioni da visitare nel mondo. Nell'incontro sono stati affrontati molti temi, iniziando dalla necessità di liquidità urgente per le imprese, al lavoro. E’ stato chiesto al presidente Anci di farsi portavoce presso tutti i Comuni delle Marche e le società di servizi per una moratoria regionale di tutte le incombenze (versamenti, tributi, bollette) I tour operator hanno segnalato al presidente la necessità di un fondo di emergenza nazionale e regionale specifico per gli operatori turistici per resistere in questo anno 2020 che sembra ormai perso e di chiedere un prolungamento della cassa integrazione in deroga.

Si ritiene necessaria una condivisione con tutti i tour operator incoming di tutte le azioni della Regione Marche sulle prossime azioni di emergenza e successivamente sulle azioni per la ripresa e per la nuova promozione della destinazione al fine di non disperdere risorse preziose. Mangialardi si è impegnato a inoltrare una lettera a tutti i Comuni per segnalare queste specifiche richieste dei tour operator delle Marche, utilizzando tutte le forme possibili che potranno essere messe in campo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2020 alle 18:37 sul giornale del 11 aprile 2020 - 306 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bjrC





logoEV
logoEV