Marianna Manduca: la Corte di Cassazione accoglie il ricorso dei figli. Non dovranno restituire il risarcimento

1' di lettura Senigallia 08/04/2020 - La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso dei figli di Marianna Manduca, la donna uccisa nel 2007 dal marito, nonostante ben 12 denunce. In primo grado la Procura era stata condannata a risarcire i figli, ma in secondo grado c'era stata l'assoluzione.

La Corte aveva motivato l'assoluzione ritenendo che "l’epilogo mortale della vicenda sarebbe rimasto immutato". Se fosse stata confermata in Cassazione, la sentenza avrebbe comportato la restituzione del risarcimento ricevuto dai tre figli, che, dopo la morte della donna sono stati adottati da Carmelo Calì e dalla moglie Paola, e che vivono a Senigallia.

Una sentenza che aveva fatto molto discutere e che ha portato i figli a fare ricorso alla Suprema Corte. Ora una sentenza che fa giustizia alla donna, e riconosce la colpa con cui hanno agito i magistrati siciliani.






Questo è un articolo pubblicato il 08-04-2020 alle 17:49 sul giornale del 09 aprile 2020 - 4825 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bjhl





logoEV
logoEV