Paradisi e Rebecchini, "Attiviamo subito la "spesa solidale", già pronti a partire quattro supermercati"

2' di lettura Senigallia 06/04/2020 - Dare una risposta immediata a chi non riesce più ad arrivare a fine mese a causa dell'attuale situazione emergenziale è oggi un dovere etico per chi ha più possibilità ma è anche e soprattutto un dovere istituzionale dell'autorità amministrativa. Per questo, nei giorni scorsi abbiamo proposto all'Amministrazione comunale di lanciare l'iniziativa della "Spesa solidale", già partita in molte realtà della Lombardia, attivandoci in prima persona prima di tutto per sondare la disponibilità dei supermercati (ma ci auguriamo che l'iniziativa possa essere estesa a tutti gli esercizi di generi alimentari e non solo) e poi per coinvolgere l'Area Servizi Sociali e ambito territoriale dell'Unione dei Comuni.

Si tratta di una iniziativa estremamente concreta e che sta dando ottimi risultati in termini di efficacia e immediate misure assistenziali in favore delle famiglie e dei soggetti meno abbienti, duramente colpiti dall'emergenza sanitaria. Ai supermarket e/o negozi aderenti viene chiesto di allestire dei centri di raccolta di prodotti alimentari e di igiene della casa e della persona presso i propri punti vendita. I cittadini che hanno più possibilità economiche possono acquistare dei prodotti in più rispetto alle proprie esigenze (prodotti alimentari a lunga conservazione come pasta, riso, latte, biscotti, olio, scatolame ... prodotti per la cura della casa e della persona) e lasciarli nel contenitore appositamente realizzato dal market aderente.

Successivamente, tali prodotti dovranno essere ritirati rigorosamente dai responsabili dei Servizi Sociali comunali (o da loro incaricati) per procedere alla distribuzione in favore delle famiglie e dei soggetti meno abbienti. Tale passaggio è indispensabile al fine di garantire la destinazione dei prodotti a chi realmente versi in stato di necessità, situazione astrattamente conoscibile solo dai servizi preposti che hanno tutti gli strumenti per garantire un lavoro di distribuzione equo e trasparente.

I sottoscritti consiglieri, al fine di accelerare l'iter e facilitare il lavoro dei Servizi Sociali (a cui abbiamo formalmente chiesto un intervento in termini di urgenza), anche in collaborazione con il consigliere Lorenzo Beccaceci, hanno già ufficiosamente contattato - ottenendone la piena disponibilità - quattro market dislocati geograficamente in tutta la città (due in centro, uno in zona Cesanella ed uno a Marzocca) pronti a dare vita all'iniziativa che garantisce allo stesso tempo misure assistenziali immediate e discrezionalità.

Tale modello, da attivare immediatamente nel Comune di Senigallia, potrebbe poi essere esteso a tutti i Comuni dell'Unione della Marca Senone con la collaborazione degli amministratori locali. Il dirigente del servizio si è già ufficiosamente detto pienamente disponibile a lavorare per realizzare l'iniziativa e mettere a disposizione la rete conoscitiva e organizzativa dei servizi sociali. Ci auguriamo che, nelle prossime ore, l'iniziativa possa diventare operativa con magari l'adesione di nuovi market ed esercizi commerciali.


da Roberto Paradisi e Luigi Rebecchini
Unione Civica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2020 alle 11:45 sul giornale del 07 aprile 2020 - 797 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, attualità, luigi rebecchini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bi7V