Ancona: La Mancinelli annuncia: “Niente fiera di San Ciriaco quest'anno. A chi trasgredisce scoppoloni dal Santo in persona”

2' di lettura Senigallia 05/04/2020 - Appello del Sindaco Valeria Mancinelli agli anconetani dalla sua pagina Facebook. “Tenete duro, non vanifichiamo i sacrifici fatti fin'ora”. “Niente fiera di San Ciriaco, ma troveremo altri modi virtuali per stare insieme” “A chi non dà retta San Ceriago darà i scoppoloni de notte”

“È una bella giornata, verrebbe voglia di uscire, di andare al mare, a Portnovo. non se po'!” così il Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli si rivolge ai suoi concittadini dalla propria pagina Facebook. Un appello diretto, categorico ma informale della prima cittadina, che si concede un colloquiale dialetto nel rivolgersi agli anconetani: “Richiamo di buttare i nostri sacrifici all'aria. Capisco le preoccupazioni per il lavoro, la voglia di tornare il prima possibile alla normalità, alle nostre attività, la voglia di riabbracciare le persone, la voglia di natura. A me manca il profumo del mare e della nafta del porto. Tutto ciò ci spinge a cominciare a pensare che le regole che ci siamo dati sono troppo dure, ma non si può allentare. Non lo potrà decidere ognuno di noi quando è ora di allentare, lo dovremmo decidere tutti insieme, lo decideranno l'Autorità Sanitaria e il Governo nazionale”.

Poi l'annuncio, presentito ma comunque sofferto dell'annullamento della Fiera di San Ciriaco: “Si avvicina Pasqua, San Ciriaco. La spinta a stare fuori e insieme è fortissima, ma non sarà così. Sarà una pasqua diversa e non ci sarà la fiera, ma San Ciriaco, la festa di tutta la città, lo festeggeremo insieme anche solo in via virtuale” conclude la Mancinelli, affidando al prezioso palliativo digitale la celebrazione di un senso di comunità insieme fortificato e negato dalla quarantena.

Anche spazio per un'ironica boutade in cui il Sindaco si dice in contatto diretto con il Patrono di Ancona: “San Ciriaco mi ha già fatto sapere che non si offende, ma capisce perfettamente. Mi ha fatto sapere che non può far tutto lui e bisogna metterci un po di testa. Ha promesso anche che darà una mano che tutti rispettino le regole e darà i scoppoloni di notte a chi non dà retta”.

Poi l'appello finale: “Speriamo che la fase 2 possa cominciare il prima possibile. Perché possa cominciare bisogna che adesso non molliamo, che continuiamo a mantenere la disciplina che la stragrande maggioranza di noi è riuscita a mettere in campo. Non buttiamo all'aria i sacrifici fatti fino ad adesso”.


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2020 alle 21:12 sul giornale del 06 aprile 2020 - 196 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, articolo, Filippo Alfieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bi66





logoEV
logoEV