Fermo: Dalla Regione la nuova ordinanza sul coronavirus: Scuole chiuse e musei chiusi fino alle 24 del 29 febbraio

2' di lettura Senigallia 27/02/2020 - Ceriscioli con l'ordinanza bis smentisce "Conte bis". Non è trascorsa nemmeno un'ora dall'annullamento da parte del TAR della prima oridinanza che la Regione, con nuove motivazioni dettate dalla presenza di altri casi, ne ha emanata un'altra.

"Contr'ordine compagno" o per dirla alla Fusaro, la nostra epoca può essere definita come quella della “fretta”.
Quasi un’eccitante perversione di vita: fare tutto nel minor tempo possibile. Notizie che si rincorrono, si accavallano come le onde di un mare in tempesta come se tutto stesse per precipitare.
Se poi la mettiamo sul terreno di chi ha ragione non la finiamo più e allora non ci basta più aver ragione ma dobbiamo assolutamente dimostrare che l’altro ha torto.
E’ questa la telenovela o meglio la “corona” senza voler essere blasfemi in questi momenti.
E poi sarebbe davvero successo qualcosa di irreparabile se per tre giorni il Governo avesse derogato e le scuole fossero restate chiuse?
Davvero il crollo dell'economia?
L'obiettivo doveva essere quello di rasserenare e tranquillizzare, ma purtroppo per fretta e "prove di forza" pare riescano davvero ad indispettire tanti, forse tutti.
Chissà se quest'ultima ordinanza della Regione Marche rappresenta la puntata finale di questa triste situazione?

Intanto Ceriscioli "boccia" Boccia e questo è quanto in sintesi ordina in materia di coronavirus:

1. A partire dalle ore 24.00 di giovedì 27 febbraio 2020 e fino alle ore 24.00 del 29 febbraio 2020 sul territorio della Regione Marche è disposta:
a) la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche, di qualsiasi natura;
b) la sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche, universitarie (lezioni, esami di profitto e sedute di lauree) e di alta formazione professionale e dei percorsi di istruzione e formazione professionale, salvo le attività formative svolte a distanza e quelle relative alle professioni sanitarie ivi compresi i tirocini;
c) la sospensione di ogni viaggio di istruzione sia sul territorio nazionale sia estero;
d) la sospensione dell’apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura e delle biblioteche;
e) la sospensione dei concorsi pubblici fatti salvi quelli relativi alle professioni sanitarie per le quali dovranno essere garantite le opportune misure igieniche;




di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 





Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2020 alle 20:38 sul giornale del 28 febbraio 2020 - 2412 letture

In questo articolo si parla di regione marche, emergenza, ordinanza, chiusura scuole, lorenzo bracalente, coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgRV





logoEV
logoEV