L’Altra Senigallia: via Fiorini pericolosa. La lettera di protesta di un cittadino

2' di lettura Senigallia 11/02/2020 - A seguito del mio articolo sulla pericolosità della Strada Statale in località Cesano, sono stato contattato da un lettore di Vivere Senigallia che mi segnala, con preghiera di pubblicazione, un’altra situazione di pericolo sempre relativa alla stessa zona.

È quindi con piacere che esaudisco il desiderio del nostro lettore anche perché altre persone mi avevano già evidenziato in passato la pericolosità di questa via, soprattutto in orario notturno, data la carenza di illuminazione e la presenza, in concomitanza dell’apertura della discoteca lì ubicata, di persone a piedi.
Un'altra criticità è data dalla mancanza di banchina stradale; alcuni ragazzi mi hanno riferito che di notte si trovano costretti a camminare nelle corsie riservate alle auto facendo luce con i propri telefonini per essere notati dai veicoli in transito.
Questo il testo:
Mi chiamo Salvatore Carozza e sono un assiduo frequentatore di Via Fiorini.
Premetto che prima di rivolgermi a lei ho inoltrato innumerevoli segnalazioni al Comune di Senigallia senza aver ricevuto a tutt’oggi alcuna risposta:
Via Fiorini è la strada che partendo dall’uscita nord della Complanare, arriva alla rotatoria in zona ex SCAC ed è a tutte le ore piena di traffico non solo di automobili ma soprattutto di camion ed autotreni.
Si tratta di una strada molto pericolosa sia a causa della carreggiata molto stretta, sia perché piena di alberi a ridosso di questa, che con i loro rami arrivano sulla carreggiata stessa. Vi è inoltre un pioppo lato mare all’altezza della ditta Fiorini che ha un ramo laterale, addirittura più grande del tronco, che arriva fin sulla strada.
Con tutti i problemi che le intemperie stanno causando in questo periodo, sarebbe opportuno che qualcuno intervenisse prima che accada una disgrazia.
La notte poi il pericolo aumenta anche perché non è presente segnaletica orizzontale nemmeno al centro della carreggiata. Provare per credere.
L’auspicio è che almeno dopo questa segnalazione qualcuno faccia qualcosa.

Come sempre la mia rubrica è a disposizione dei lettori per segnalazioni, disservizi o quant’altro di pubblico interesse, precisando però che quanto “ospitato” nella stessa, non riflette necessariamente il mio pensiero o quello della redazione bensì solo quello dell’ospite.






Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2020 alle 23:01 sul giornale del 13 febbraio 2020 - 3200 letture

In questo articolo si parla di attualità, ettore coen, articolo, L'Altra Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bf95

Leggi gli altri articoli della rubrica L'altra Senigallia





logoEV
logoEV