“Al di là del cibo e dell’immagine: i giovani”: consegna del secondo totem

2' di lettura Senigallia 23/01/2020 - I sintomi legati al rapporto del soggetto con la sfera alimentare si inscrivono in problematiche complesse e ad oggi sempre più diffuse che riguardano superficialmente un disturbo dell’immagine corporea o uno squilibrio del comportamento alimentare.

Seppur presentandosi in diverse forme e modalità, il rifiuto del cibo, il controllo del peso, le abbuffate, il conteggio delle calorie, il body checking, ecc. nascondono un disagio soggettivo e profondamente radicato, del quale la problematica legata al cibo rappresenta l’estrema manifestazione e richiesta d’aiuto. Come si legge dalle frasi di pazienti che si trovano ad affrontare situazioni complesse, e che sono state ripotate sui totem realizzati per questa campagna di prevenzione e sensibilizzazione, il cibo, e le sue distorsioni, sottendono un disagio tanto complesso da essere difficilmente riconoscibile e comprensibile anche dalla persona che lo attraversa e che trova la sua via di espressione tramite l’alimentazione, il corpo o il peso, tematiche molto delicate, in particolar modo per gli adolescenti.

L’insorgenza di questi sintomi coglie spesso le famiglie impreparate e incapaci a loro volta di accogliere e comprendere la condizione di disagio a cui dover far fronte, con conseguenze importanti primariamente per i ragazzi, sul piano fisico e mentale, ed in secondo luogo su tutto il nucleo familiare. Anche la scuola è coinvolta e convocata a comprendere e intervenire, senza giudizio, ma fornendo risposte e strumenti per affrontare queste problematiche. Nell’ambito del progetto “Aldilà del cibo e dell’immagine: i giovani”, promosso e realizzato dal Rotaract di Senigallia in collaborazione con il Centro Heta, (con il patrocinio del comune di Senigallia), venerdì 24 Gennaio alle ore 12,00 avverrà la consegna di uno dei totem di sensibilizzazione al Liceo Classico G. Perticari di Senigallia.

Nell’incontro, in cui saranno presenti la Dott.ssa Giuliana Capannelli, psicoanalista e presidente del Centro Heta e Luigi Verdini, presidente del Rotaract di Senigallia, verranno coinvolte le classi terze del Liceo.

L’iniziativa intende fornire spunti di riflessione ai ragazzi, ma anche agli insegnanti e ai genitori su una problematica sempre più diffusa, a sostegno della quale sono fondamentali interventi di prevenzione e informazione mirati e tempestivi. Il Centro Heta, con sede ad Ancona ma presente anche a Senigallia, in Umbria e in Romagna, si occupa di disagio psichico e disturbi del comportamento alimentare intervenendo con percorsi clinici-terapeutici a sostegno di pazienti e familiari e con attività di prevenzione, sensibilizzazione, formazione e ricerca, nonché attraverso molteplici collaborazioni con enti, scuole e università.

Per informazioni e contatti: Centro Heta 071.31868 – 380.2118180 email: info@centroheta.it sito : www.centroheta.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-01-2020 alle 11:11 sul giornale del 24 gennaio 2020 - 515 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, disagio psichico, disturbi alimentari, Centro Heta, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfoD