Paradisi: "Liste bloccate per l'idoneità sportiva ma sembra solo un problema momentaneo"

1' di lettura Senigallia 17/01/2020 - Raccogliendo la segnalazione di alcuni cittadini che hanno lamentato, dopo tempo che non accadeva, l'impossibilità di effettuare in questo periodo le visite di idoneità medica per attività agonistica, mi sono immediatamente attivato continuando a credere che l'efficienza del servizio di medicina dello sport sia un punto di snodo fondamentale per dare concretezza alle politiche giovanili sociali e culturali garantendo ai ragazzi il diritto di fare attività sportiva.

Ho così contattato il Dipartimento di Prevenzione della Asur chiedendo spiegazioni e sollecitando un immediato intervento. Il responsabile del servizio, dott. Tagliavento, che si è dimostrato non solo attento e sensibile al problema ma anche assolutamente disponibile ad interessarsi per accelerare l'iter attualmente in corso, ha garantito che il medico convenzionato con la Asur sta lavorando a pieno ritmo ma vi è stato un rallentamento nel rinnovo delle convenzioni scadute con i centri medici privati convenzionati.

Convenzioni che, a giorni, saranno rinnovate così da rendere nuovamente accessibile nell'immediato il servizio. L'augurio è che si possa riuscire davvero in pochi giorni a sbloccare le liste di prenotazione nella consapevolezza che la pratica dell'attività sportiva non è un semplice hobby ma rientra in un fondamentale percorso culturale ed educativo del giovane, al pari del percorso scolastico. Un concetto che non tutti ancora hanno ben chiaro.


da Roberto Paradisi
Consigliere Comunale Unione Civica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2020 alle 14:43 sul giornale del 18 gennaio 2020 - 547 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, politica, Unione Civica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/be03