Fano: Uno schiaffo allo smog: due domeniche di traffico limitato contro le polveri sottili. Arriva l’ordinanza del sindaco

4' di lettura Senigallia 17/01/2020 - Come fosse Carnevale, ma prima del Carnevale. Le polveri sottili spaventano, e sono i numeri a dirci il perché. I rilevamenti di questo mese – e non solo – dimostrano come lo smog, a Fano, abbia raggiunto livelli preoccupanti. Da qui l’ordinanza firmata venerdì dal sindaco Massimo Seri. Un provvedimento che prevede una limitazione del traffico cittadino che, considerando l’area interessata, risulta analogo a quello tradizionalmente messo in atto durante le domeniche di Carnevale. Anche se questa volta lo stop alle auto riguarderà le due domeniche che precedono la prima sfilata del 2020.

Sono dunque il 26 gennaio e il 2 febbraio le due date da segnare sul calendario. E durante le quali sarà bene rispolverare la cara vecchia bicicletta, soprattutto se si vuole raggiungere il centro o i suoi immediati dintorni. L’orario del blocco? Dalle 9 alle 19.

Tutto questo comporterà una serie di divieti di accesso e di deviazioni obbligatorie. Chi verrà da sud non potrà svoltare in via XII Settembre: in altre parole, una volta di fronte alla stazione ferroviaria dovrà proseguire in via Cavallotti, per poi svoltare in viale Battisti. Chi arriverà da nord sarà invece costretto a girare in via Morganti. Svolta obbligatoria verso via Roma, invece, per chi vorrebbe raggiungere il centro da via della Giustizia, in quanto saranno chiuse sia via Palazzi sia il tratto di via Roma che va verso Porta Maggiore. Gli automobilisti in arrivo dall’entroterra, invece, dovranno fare i conti con la deviazione in via dell’Abbazia. Via libera, però, per chi entra o esce dall’ospedale, anche se le auto in uscita dovranno girare obbligatoriamente da via Piave verso via Papiria.

Queste le limitazioni stabilite dall’ordinanza, che però non avranno alcun valore per i mezzi di soccorso, le forze dell’ordine e per chi possiede un permesso per disabili. Saranno possibili alcuni ulteriori strappi alla regola. Come spiegato dalla comandante della polizia locale Annarita Montagna, in via eccezionale sarà consentito l’accesso ad alcuni mezzi a seconda delle esigenze. In linea generale, però, sarà meglio non provare a fare i furbi, anche perché le multe per i trasgressori saranno salatissime: da 168 a 679 euro, con sospensione della patente dai 15 ai 30 giorni in caso di reiterazione negli ultimi due anni.

E chi si ritroverà con l’auto parcheggiata all’interno del perimetro? Non la potrà spostare prima delle 19. Sarà meglio, dunque, non lasciare il proprio mezzo al parcheggio della caserma, mentre saranno diverse le aree in cui si potrà posteggiare in tutta tranquillamente. Tra queste anche i parcheggi di via della Giustizia, via Vanvitelli, Foro Boario, via Kennedy e anche in via Roma.

“Oggi abbiamo firmato un provvedimento importante – ha commentato il sindaco Massimo Seri -, consapevoli che il problema sia serio e di rilevanza nazionale, a fronte del quale servono senz’altro degli interventi strutturali. Sappiamo che questo blocco avrà un impatto sui cittadini, e che creerà dei disagi. Ma stiamo parlando della salute delle persone, un tema che viene prima di ogni altra cosa”. D’accordo anche l’assessore all’ambiente Samuele Mascarin che ha parlato di una situazione straordinaria dovuta anche al clima, ma che richiede degli interventi immediati. “Abbiamo scelto la domenica – ha spiegato - per ridurre al minimo l’impatto sugli automobilisti. Per noi sarà molto importante misurare l’efficacia di questo provvedimento, in vista di soluzioni future anche a livello urbanistico”. Mascarin ha poi fatto appello ai numeri per dimostrare che si tratta di una vera e proprio emergenza. “Da dicembre – ha concluso - la situazione è peggiorata. A gennaio la centralina di via Montegrappa ha infatti rilevato sforamenti delle polveri sottili in undici giorni su quindici”.

La comandante Montagna ha infine ribadito che vi saranno presidi e controlli a tutti gli accessi del suddetto perimetro, con un adeguato dispiegamento di agenti di polizia locale nonostante gli altri “impegni” in programma – tra cui il match dell’Alma Juventus Fano contro il Gubbio allo Stadio Mancini di domenica 26 -, mentre l’assessore competente Sara Cucchiarini ha evidenziato come si sia subito attivato un tavolo tecnico tra i vari assessorati per dare una risposta immediata contro questa emergenza.

Resta aggiornato in tempo reale con il nostro servizio gratuito di messaggistica:

  • per Whatsapp aggiungere il numero 350 564 1864alla propria rubrica e inviare un messaggio - anche vuoto - allo stesso numero
  • Per Telegram cercare il canale @viverefano o cliccare su t.me/viverefano







Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2020 alle 16:19 sul giornale del 18 gennaio 2020 - 453 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, polveri sottili, comune di fano, smog, articolo, Simone Celli, inquinamento dell'aria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfaz