Ostra: in biblioteca un racconto teatrale con storie vere del borgo e dintorni

1' di lettura 04/12/2019 - In biblioteca a Ostra è in programma un racconto teatrale. Un coniglio bianco che appare e scompare misteriosamente all’alba, un animaletto saltellante dall’aspetto indifeso, ma che un po’ inquieta.

Se si è da soli può anche fare un po’ paura. Questa è la storia di un inseguimento molto particolare che parte dal mare per arrivare in montagna, passando per borghi e colline, alla ricerca delle proprie origini. Passando per Ostra, dove, in biblioteca, venerdì 6 dicembre alle ore 18 c’è un racconto teatrale, un po’ fiabesco, con dentro storie vere di Ostra e dintorni, della durata di circa mezz’ora, con ingresso gratuito.

Sarà l’occasione per la presentazione della “memoteca”, una raccolta di filmati con interviste a cittadini di Ostra e non solo, raccolte negli ultimi anni. Storie di lavoro, memorie di guerra, storie di vita, aneddoti divertenti accanto a vicende tragiche. L’iniziativa, intitolata “Le storie trovano casa” è parte del progetto Memo Teche, promosso dall’associazione Generazioni Storie Orizzonti (in collaborazione coi Comuni di Corinaldo, Senigallia, Ostra, Serra de’ Conti, le rispettive biblioteche, Anpi, consulta del volontariato Senigallia, Auser, Mo.i. ca. consulte corinaldesi, con il partenariato dell’associazione Legambiente Verdeacqua, cofinanziato dalla Regione Marche – Ministero sviluppo economico), che ha visto protagonisti centinaia di cittadini, soprattutto anziani, che sono stati valorizzati nel loro ruolo di depositari di preziose memorie.


da Associazione Generazioni Storie Orizzonti







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-12-2019 alle 09:56 sul giornale del 05 dicembre 2019 - 358 letture

In questo articolo si parla di attualità, Associazione Generazioni Storie Orizzonti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdCw





logoEV
logoEV