contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Trecastelli: Insieme si può, "Famiglie obbligate a pagare per la scuola pubblica dell'infanzia"

1' di lettura
967

da Lista Insieme si può
Terenzi Giorgio - sindaco


Esprimiamo profondo rammarico e disappunto al cospetto della decisone, adottata da tutta la maggioranza in quota al partito democratico, di far gravare economicamente la frequentazione delle scuole pubbliche dell’infanzia di Trecastelli sulle famiglie con figli iscritti ai vari plessi.

Avevamo proposto l’abolizione della quota fissa pari ad € 160,00 per ciascun figlio frequentante, che le famiglie sono obbligate pagare una volta formalizzata l’iscrizione, e ciò a prescindere dal fatto che richiedessero o meno di usufruire del servizio di refezione scolastica. Una decisione, quella assunta dalla maggioranza, adottata in palese violazione della legge(art. 1 L. 18.3.1968 n. 444) che prevede la frequentazione gratuita e facoltativa della scuola pubblica dell’infanzia.

Riteniamo che quanto accaduto ponga un ulteriore argine ad una politica che dovrebbe agevolare la natalità, peraltro anche discriminatoria ed insensata, avuto riguardo alla circostanza che i buoni pasto mensa a carico delle famiglie ammontano ad € 3.80 mentre quelli acquistati dai dipendenti comunali ad € 2.20. A questo punto siamo a chiederci: e se le famiglie non dovessero pagare la quota fissa non dovuta per legge?

Il Comune intenterà una causa per recuperare la quota? Segnalerà la famiglia ai servizi sociali come previsto dall’art. 7 comma 3 del regolamento mensa di cui avevamo chiesto l’abrogazione? Nel nome del buon senso e della legalità auspichiamo che l’amministrazione ritorni sui propri passi mostrando di essere in grado di poter esprimere, con i fatti, una vera politica a sostegno delle famiglie di Trecastelli.

da Gruppo consiliare “Trecastelli#Insiemesipuò”
Nicola Peverelli
Giorgio Terenzi- capogruppo
Gloria Montironi



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-11-2019 alle 10:51 sul giornale del 30 novembre 2019 - 967 letture