contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Abbattimento pini di viale Anita Garibaldi: Gsa, "Risultato di decenni di incuria e mancata manutenzione"

2' di lettura
2009

dal Gruppo Società e Ambiente
www.gsasenigallia.it


L’annuncio di nuovi abbattimenti di pini del viale Anita Garibaldi non ci sorprende più di tanto. Siamo ben consci delle problematiche create dalle alberature su quel viale e su alcune strade limitrofe e della necessità ed urgenza di porvi rimedio.

Problemi dovuti non alla specie, i pini, in quanto tale, ma a decenni di incuria e mancata manutenzione da noi più volte denunciate. La convivenza con i pini in città è possibile, per rendersene conto basta fare un giro nelle città della vicina Romagna. Il problema non si risolve però con tagli occasionali, con decimazioni sempre legate al contingente. Quello che è sempre mancato e che chiediamo con forza è una visione generale e volta al lungo periodo, perché non possiamo permetterci di perdere gradualmente un patrimonio ambientale così importante come quello costituito dalle alberature storiche, vanto per decenni della nostra città e di generazioni di passati amministratori.

Questo soprattutto in un periodo in cui la crisi climatica si fa ogni giorno più evidente. Occorre mettere mano ad un progetto a lungo periodo che preveda il mantenimento delle alberature dove possibile e la sostituzione in maniera adeguata dove questo si dimostri inevitabile. Esistono tecniche e metodologie di intervento moderne e sempre aggiornate, ci sono esperti del settore che si possono consultare, come il dottor Giovanni Morelli. Citiamo questo professionista perché, oltre ad essere considerato il massimo esperto del settore in Italia, ha anche lavorato in passato per il comune di Senigallia.

A tal fine riteniamo necessario mettere insieme esperienze e competenze che elaborino idee e progetti volti al futuro, in maniera serena e lungimirante. Al contrario, con gli interventi occasionali ed improvvisati riteniamo non si vada molto lontano e, soprattutto, non si faccia il bene della città.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2019 alle 10:55 sul giornale del 27 novembre 2019 - 2009 letture