contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Corinaldo: la lista In Movimento denuncia l'abbandono di rifiuti plastici da parte delle ditte impegnate alla festa di Halloween

3' di lettura
1423

da lista In Movimento - Corinaldo C’è
 


Con la presente intendo segnalarLe l’incivile prassi dell’abbandono di rifiuti plastici che da anni perseguita questo comune al verificarsi di eventi o manifestazioni di pubblico spettacolo all’interno e nelle zone limitrofe del centro storico.

Per la installazione di luci o sistemi di diffusione radiofonica vengono utilizzate delle fascette e del nastro adesivo che periodicamente, ad ogni evento, viene abbandonato nel selciato ed imbratta le vie o peggio finisce nelle caditoie.

Ho avuto modo, nella occasione dell’evento Halloween 2019, di informare l’assessore Fabri riguardo questa incivile ai limiti dell’oltraggioso, per la nostra comunità, modo di operare dei tecnici addetti alla installazione delle luci e dei vari supporti sospesi atti alla diffusione sonora. L’assessore Fabri in prima istanza ha giustificato il modus con i ristretti budget riservati a queste aziende, l’esempio doveva calzare nel senso che avendo poco margine di guadagno (il che andrebbe comunque verificato) questi “service” non perdono tempo nel raccogliere i rifiuti che lasciano nel percorso di installazione dei vari dispositivi; comprendendo forse il fuori luogo della affermazione, l’assessore in seconda analisi mi aveva rassicurato dicendo che sarebbe intervenuta individuando e sollecitando i responsabili.

Oggi, data della presente, in un giro che ho effettuato per controllare all’indomani della disinstallazione dei vari cavi e dispositivi ad opera degli operai tecnici del service preposto, debbo constatare con notevole rammarico che la mia segnalazione non ha sortito alcun effetto e le vie sono imbrattate e piene di fascette, nastro adesivo spezzoni di cavi abbandonati sul selciato, spazzati dal vento e trasportati ovunque ad inquinare la nostra “città palcoscenico” e le campagne limitrofe, chiaramente questo
costituisce un segno profondo di inciviltà. Vorrei solo ricordarLe alcuni dati raccolti dalla Commissione europea delegata in materia ambientale: l'87% dei cittadini dell'Ue si dichiara preoccupato per l'impatto ambientale della plastica. Nell’Unione, la produzione globale annua di plastica ha raggiunto i 322 milioni di tonnellate nel
2015 e si prevede un raddoppio nei prossimi 20 anni. Solo il 30% dei rifiuti di plastica viene raccolto per il riciclaggio, mentre solo il 6% della plastica immessa sul mercato è costituita da materiali riciclati. La plastica rappresenta l'85% dei rifiuti delle spiagge e oltre l'80% dei rifiuti marini.

Questo è giusto un piccolo indizio che da solo dovrebbe quanto meno allarmarci ed allarmare ogni concittadino che abbia una minima sensibilità per l’argomento e/o comunque una propensione ed un minimo di senso civico. Con la presente chiedo pertanto a questa spettabile segreteria, che in precedenza ha dimostrato ampia disponibilità nella risoluzione di problematiche di pubblico interesse e in tempi brevi, di adottare ogni misura che verrà ritenuta opportuna nel contrastare questo disdicevole fenomeno di chiara ed indiscussa inciviltà. Sottolineo che al riguardo sussiste una normativa dettagliata che obbliga la rimozione dei rifiuti prodotti e che il Sindaco può intervenire in maniera legittima con una ordinanza specifica. Chiedo altresì, a questa spettabile segreteria, di verificare l’applicabilità delle sanzioni previste dagli articoli 255/256 del Testo Unico
Ambiente, d.lgs n.152/2006. Allego alla presente alcune immagini che ho inteso riprendere a testimonianza eloquente di questo fenomeno di inciviltà divenuta purtroppo una prassi nel nostro comune alla quale ritengo, confermo e sottolineo vada data una pronta, chiara e definitiva risposta.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2019 alle 15:24 sul giornale del 06 novembre 2019 - 1423 letture