Alla scuola Fagnani dopo 30 anni: gli studenti della III D 1989 di nuovo in classe per l’appello

2' di lettura Senigallia 28/10/2019 - Emozionati, fuori dal portone della scuola, in attesa del suono della campanella. Sono le 12.30 di sabato 26 ottobre 2019 e gli studenti che aspettano di entrare sono quelli che nel 1989 frequentavano la III d alla Scuola Media Fagnani di Senigallia.

Il ritrovo è in Piazza Garibaldi per rivivere tutti insieme l’emozione di salire le scale e sederci dopo 30 anni sui banchi di quella luminosa aula al terzo piano. Ai curiosi passanti che ci chiedono chi sia questo numeroso gruppo così sorridente, raccontiamo del nostro piccolo “viaggio nel tempo” e dal loro divertito stupore comprendiamo ancora di più il valore di quanto stiamo realizzando.

Ex alunni, professori e persino la nostra premurosa collaboratrice scolastica, tutti di nuovo in classe, cercando di ricordare chi era il nostro compagno di banco e rispondere all’appello della Prof.ssa di Italiano. Le nostre voci adulte che rispondono “presente” non ci sembrano poi tanto diverse da quando avevamo 14 anni. Riconosciamo i toni, i modi di scherzare e persino di distrarci. Una foto ricordo davanti alla lavagna, uno sguardo con gli occhi lucidi dalla finestra che guarda la bellissima piazza sottostante, anch’essa diversa, come noi. Abbracci calorosi e forti ai nostri professori, ai quali non siamo mai riusciti a rivolgerci se non con il “Lei”.

Per tutto questo ringraziamo la Dirigente Scolastica Prof.ssa Anna Scimone, che ha permesso l’accesso straordinario alla scuola, la collaboratrice scolastica Luciana Mariani che ci ha immortalato nelle foto e la Prof.ssa Alessandra Peroni, anch’essa ex allieva del gruppo, che ha coordinato l’ingresso. Ringraziamo inoltre i nostri professori Alba Muzi, Fiorella Herber, Ivana Mengucci, Salvatore Vitale, Loris Servadio, Marco Altimani e la nostra collaboratrice scolastica Rosita Montanari che ci hanno accompagnato in questa esperienza. Un grande ricordo che vogliamo condividere con i nostri figli e con i giovani studenti per dire loro che tra quelle righe e quadretti, sui quali a volte è così noioso scrivere, si possono tracciare storie che durano tutta una vita.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2019 alle 10:08 sul giornale del 29 ottobre 2019 - 2306 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bb0l





logoEV
logoEV