Arcevia: protesta in consiglio comunale, "Uniti per Arcevia" abbandona l'aula

2' di lettura 18/10/2019 - Nell’ultimo Consiglio Comunale del 15 ottobre è avvenuta una vigorosa protesta del Gruppo “UNITI PER ARCEVIA”. Motivo il grave ritardo avvenuto nella trasmissione degli avvisi di convocazione e della documentazione allegata all’Ordine del Giorno, corposi documenti che richiedono molto tempo per il loro studio e comprensione.

Dopo la richiesta respinta di invalidazione del Consiglio, il Gruppo “UNITI PER ARCEVIA” ha abbandonato l’Aula in segno di protesta.

Convocazioni ed allegati non possono certamente essere inviati il giorno prima oppure il giorno stesso !!! I ritardi sono stati causati anche da disguidi avvenuti all’interno della macchina amministrativa.

I punti riguardavano l’approvazione della Variante parziale al Piano Regolatore e della Variante alle Norme Tecniche di Attuazione del Piano Particolareggiato del Centro Storico che costituiscono importanti atti di pianificazione, composti da decine di tavole grafiche e da centinaia di pagine di relazioni.

Riconosciuto l’errore da parte del Sindaco – Presidente del Consiglio Comunale, è stata convocata la Riunione dei Capi-gruppo che ha deciso di rinviare la discussione dei punti in questione al prossimo 22 ottobre.

Un caso simile è avvenuto nel Consiglio Comunale del 30 luglio nel quale era in approvazione l’“Assestamento generale e la salvaguardia degli equilibri di bilancio” ugualmente composto da corposi documenti che necessitano di ampi tempi di studio e di competenze specifiche. In questa occasione sono stati rispettati i termini minimi dettati dal Regolamento comunale che purtroppo sono eccessivamente ristretti: “almeno 3 giorni” per la consegna dell’avviso di convocazione e degli allegati.

Va da se che il termine “almeno” va interpretato con saggezza. Per pratiche complesse e voluminose non può essere sufficiente ma questo sta al buon senso del Sindaco - Presidente del Consiglio Comunale rilevare. E’ mancato il corretto esercizio della democrazia, il rispetto della normativa superiore, c’è stato impedimento ad esercitare le funzioni consiliari. Queste difficoltà hanno riguardato ovviamente anche i Consiglieri della maggioranza.

Il gesto di protesta del Gruppo “UNITI PER ARCEVIA” ha voluto sottolineare la volontà di comportarsi correttamente, di rappresentare proficuamente il proprio elettorato, di impegnarsi per un reale cambiamento e progresso della società arceviese come promesso durante la campagna elettorale. Il Consiglio Comunale ha diritto al massimo rispetto, soprattutto deve avere la possibilità di lavorare al meglio, di avere contezza e conoscenza degli argomenti trattati.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-10-2019 alle 16:56 sul giornale del 19 ottobre 2019 - 1128 letture

In questo articolo si parla di arcevia, politica, Uniti per Arcevia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbP4





logoEV
logoEV