Mastrovincenzo incontra il Presidente della Camera: "Pronto un provvedimento per terremoto e ricostruzione"

2' di lettura Senigallia 16/10/2019 - Doppio appuntamento a Roma per la presentazione ufficiale della ricerca “Nuovi sentieri di sviluppo per l’Appennino marchigiano dopo il sisma del 2016”, voluta dall’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa e realizzata attraverso la collaborazione diretta delle quattro Università marchigiane e quella esterna dell’Ateneo di Modena – Reggio Emilia.

Nell’ambito di un primo incontro il Presidente del Consiglio, Antonio Mastrovincenzo, ha consegnato al Presidente della Camera, Roberto Fico, il testo di oltre seicento pagine che raccoglie l’indagine effettuata sul territorio e le ipotesi d’intervento per il futuro. “E’ stata l’occasione per un confronto proficuo – sottolinea Mastrovincenzo – nel corso del quale abbiamo appreso una notizia di estrema importanza. Il Sottosegretario alla Presidenza con delega alla promozione economica, Mario Turco, ci ha fatto sapere che il prossimo 21 ottobre andrà in Consiglio dei Ministri un provvedimento speciale per il terremoto e la ricostruzione, che sarà poi riconvertito nella legge di bilancio. Un atto più volte chiesto dalle Regioni, anche perché una situazione straordinaria non può essere affrontata con strumenti ordinari”.

Il Presidente Mastrovincenzo ha anche ribadito che “è ormai indispensabile procedere all’apertura di un tavolo nazionale dedicato allo sviluppo sostenibile dell’area del Centro Italia colpita dagli eventi sismici. Deve essere coordinato al livello più alto, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Le Marche sono pronte a sedersi a questo tavolo per affrontare insieme le problematiche più volte segnalate e per dare finalmente una svolta al processo di ricostruzione e di rinascita di queste zone”. Della delegazione ricevuta dal Presidente Fico facevano parte, oltre al Sottosegretario Turco, l’assessore regionale Angelo Sciapichetti, il consigliere Piergiorgio Fabbri e i relatori del successivo convegno.

L’approfondimento complessivo della ricerca sui “Nuovi sentieri di sviluppo”, infatti, è stato ospitato nella sala conferenze della Camera a Palazzo Theodoli – Bianchelli, aperto dall’intervento dello stesso Mastrovincenzo e ha registrato la partecipazione del Sottosegretario Mario Turco; di Piero Farabollini, Commissario straordinario per la ricostruzione; Massimo Sargolini dell’Università di Camerino e Marco Frey della Scuola universitaria superiore Sant’Anna di Pisa, nonché Presidente nazionale di “Cittadinanzattiva” e dell’assessore regionale Angelo Sciapichetti. Presenti anche i consiglieri regionali Elena Leonardi, Piergiorgio Fabbri e Sandro Zaffiri.

“Questa ricerca – ha specificato Mastrovincenzo - vuole essere una cornice di riferimento per le istituzioni territoriali ai vari livelli, al fine di programmare gli interventi necessari alla ripresa e, contemporaneamente, puo’ essere considerata una bussola d’orientamento per quanti, soggetti pubblici o privati, vogliano mettere in campo iniziative per la rinascita e lo sviluppo dei territori”.

Il progetto ha portato ad individuare undici strategie d’intervento, i famosi “sentieri”, per la rigenerazione di tutta l’area colpita dal sisma, successivamente confluite all’interno del più articolato “Patto per la ricostruzione e lo sviluppo della Regione Marche”, al quale ha lavorato direttamente anche l’Istao (Istituto Adriano Olivetti).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-10-2019 alle 16:51 sul giornale del 17 ottobre 2019 - 525 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, marche, ascoli, Assemblea legislativa delle Marche, sisma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbJQ





logoEV
logoEV