Windsurf: Eugenio Marconi a un soffio dal ripetersi, ma è vice campione europeo Under 18

1' di lettura Senigallia 11/10/2019 - Gran prova del windsurfista senigalliese Eugenio Marconi, che per pochissimo non bissa il titolo di campione europeo di windsurf freestyle ottenuto lo scorso anno. L’ultima tappa del campionato EFPT, lo vedeva di soli 5 punti dietro il francese Nil Bacon nella classifica generale.

La gara parte in modo un po’ altalenante, nella fase ‘’single elimination’’: fra condizioni climatiche difficili e rinvii, Eugenio non riesce ad esprimere il meglio di sé, e vede il suo contendente principale Bacon in cima al podio.

Storia diversa nella ‘’double elimination’’: il windsurfista senigalliese è concentrato e determinato, e questa volta è lui ad ottenere lo scalpo del suo rivale.

Decisiva quindi la ‘’superfinale’’ della competizione per decretarne il vincitore. Fase che si svolge con un improvviso calo di vento nei minuti finali, il francese riesce a trarne vantaggio data la sua leggerezza, ma Eugenio non demorde e svolge un maggior numero di manovre. Entusiasta il senigalliese, a gara terminata gli viene comunicato dal direttore di gara di essere il vincitore, con tanto di risultato trascritto; da qui la beffa per l’atleta: mezz’ora più tardi, lo stesso direttore gli rende noto di essersi sbagliato. Il transalpino ottiene quindi il primo posto.

Non è finita: la mattina seguente, vi si decide per la categoria under 18 di non svolgere la seconda gara per motivi legati al torneo. Nil Bacon è dunque il nuovo campione europeo Under 18.

A prescindere del risultato, ne rimarranno la soddisfazione e l’esperienza che potranno solo che essere di supporto in prospettiva futura per il giovane Eugenio Marconi.


di Edoardo Diamantini
redazione@viveresenigallia.it





Questo è un articolo pubblicato il 11-10-2019 alle 23:56 sul giornale del 14 ottobre 2019 - 772 letture

In questo articolo si parla di sport, edoardo diamantini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbzT

Leggi gli altri articoli della rubrica Il mondo sportivo





logoEV