Concorso fotografico “Mario Carafòli”, i vincitori. Le premiazioni in ricordo di Carlo Emanuele Bugatti

5' di lettura Senigallia 10/10/2019 - Con un toccante ricordo dell’ex direttore del Musinf, il professore Carlo Emanuele Bugatti e dell’artista Adrio Testaguzza scomparsi alcuni mesi fa, è iniziata, nella splendida cornice del teatro comunale “C.Goldoni” la cerimonia di premiazione della XXXIII edizione del concorso fotografico a premi “Mario Carafòli-Il Paese più bello del mondo”, ispirato a un libro dedicato dallo scrittore e fotoamatore a cui è intitolato il concorso a Corinaldo, suo paese natale.

Sul palco il sindaco Matteo Principi, l’assessore alle Politiche culturali Giorgia Fabri, il vice sindaco del Comune di Senigallia Maurizio Memè, Luisa e Domizia Carafòli, rispettivamente moglie e figlia di Mario, il prof. GianMario Raggetti e l’Onorevole Silvana Amati. In platea tre sedie vuote, in ricordo del prof. Carlo Emanuele Bugatti, di Adrio Testaguzza e del prof. Marco Grandi.

Un concorso fotografico, aperto a tutti i fotoamatori, creato dalla sinergia tra il Comune di Corinaldo e la famiglia Carafòli, in collaborazione con il Comune di Senigallia- Assessorato alla cultura, le Associazioni “Pro Loco Corinaldo” e “Pozzo della Polenta”.

“In una realtà segnata dalla velocità, dove la tecnologia la fa da padrona, saper cogliere con sguardo vivo momenti che rischiano di essere persi, è voler entrare nella vita di una comunità, è tirare fuori valori importanti dalla semplicità del quotidiano- il benvenuto del sindaco Matteo Principi- Ringrazio la famiglia Carafòli per voler continuare a sostenere e condividere questo momento. Ringrazio la Commissione per aver valutato le fotografie, strumento valido e prezioso per la nostra collettività. Grazie al vice sindaco di Senigallia Maurizio Memé con la quale città condividiamo ormai da cinque anni la sezione dedicata alla Città di Senigallia-Spiaggia di Velluto””. Conclude: “Mario Carafòli, Carlo Emanuele Bugatti e Adrio Testaguzza hanno saputo condividere con il territorio corinaldese la loro passione e la loro attività, a noi la responsabilità di mantenerle vive.”

“Mancano oggi in questa sala alcune persone che per noi hanno avuto grande significato e saluto e ringrazio la senatrice Silvana Amati e il professore Gianmario Raggetti per continuare il lavoro di chi li ha preceduti- l’intervento di Domizia Carafòli- Questa, però non vuole essere una commemorazione, ma la prosecuzione di un discorso che non si è mai interrotto, con le persone che in questo momento non sono sedute con noi. Tutto quello che si fa a qualsiasi livello per perseguire uno scopo buono, per coraggio, per amore della propria gente, del proprio paese, lascia una traccia indelebile.

Per questo, a coloro che questa nostra manifestazione hanno apprezzato, promosso e sostenuto- come Carlo Emanuele Bugatti- o che a essa hanno costantemente assicurato la propria presenza e la propria capacità- come Adrio Testaguzza- vorrei accostare la figura di un altro marchigiano, di un corinaldese, Marco Grandi. L’avvocato Marco Grandi non ha fatto parte direttamente di questo nostro lavoro, ma lo ha seguito, conducendo un percorso parallelo che portava alla stessa direzione: la valorizzazione della conoscenza, la volontà di ricerca e documentazione, il desiderio di fare qualcosa per il proprio paese. Ringrazio le Amministrazioni e le Associazioni di Corinaldo, gli imprenditori virtuosi, le giurie e i circoli fotografici che da 34 anni permettono a questa manifestazione di vivere.”

“L’arte, in tutte le sue forme, deve farci crescere nella saggezza-la riflessione dell’assessore Fabri- Abbiamo bisogno di fermarci e capire che dettagli che fanno la differenza. Voglio ricordare e ringraziare pubblicamente Adrio Testaguzza e il prof. Bugatti che non hanno mai camminato davanti a me, ma sempre a fianco.”

“Mi è stato affidato il compito di guidare il Museo d’arte Moderna, dell’Informazione e della Fotografia, continuando così la staffetta avviata dal mio predecessore il prof. Carlo Emanuele Bugatti- il nuovo direttore del Musinf di Senigallia, GianMario Raggetti- Scienza e creatività artistica si fondono, dando vita a quelle emozioni che da grandi si vivono in maniera più coinvolgente e che solo l’arte può trasmettere.”

“La continuità del lavoro è la continuità della vita. Non è facile far crescere le cose, non bastano solo le parole. Cambiano le persone, le situazioni mutano, la memoria resta”, l’ultimo intervento della senatrice Silvana Amati.

Quattro le sezioni premiate dalla Giuria composta dal presidente, assessore Giorgia Fabri, dal vice presidente Luisa Carafòli, Domizia Carafòli, Silvana Amati, Marcello Sparaventi e Giorgio Pegoli. Le sezioni: “Il Paese più bello del mondo”, “Città di Corinaldo”(in collaborazione con la Pro Loco locale), “La Festa del Pozzo della Polenta” (in collaborazione con l’associazione corinaldese Pozzo della Polenta) e “Città di Senigallia- Spiaggia di Velluto” (in collaborazione con la Città di Senigallia e il Musinf). In più, da qualche anno, un nuovo premio grazie all’apporto dell’Associazione Culturale “Centrale Fotografia” di Fano (PU) nell’ambito del progetto “Scuola di paesaggio- Roberto Signorini”, in occasione della decima edizione della rassegna di “Centrale Fotografia", dedicata alla fotografia di ricerca.

I premiati

Prima sezione “Il Paese più bello del mondo”: 3° Alberto Polonara, 2° Werther Vicini, 1° Beatrice Perticaroli.

Segnalati: Moreno David, Domenico Giannantonio, Giovanni Brighente, Eleonora Goio, Sandra Ruggiero, Fabio Secchiaroli, Erasmo Perani

Seconda sezione “La città di Corinaldo”: vince il premio unico Werther Vicini

Segnalati: Giovanni Brighente e Alessandro Santi, Roberto Olivetti.

Terza sezione (unica in digitale) “La contesa del Pozzo della Polenta”: nessun premiato

Quarta sezione “La città di Senigallia- Spiaggia di Velluto”-Intitolata a Edmo Leopoldi: vince il premio ex aequo: Paolo Formiconi e Francesco Pollicina.

Segnalati: Sandra Ruggiero, Gianluca Rossetti, Werther Vicini, Luca Pernini.

Sezione promossa dall’Associazione Culturale “Centrale fotografia” di Fano nell’ambito del suo progetto “Scuola di paesaggio-Roberto Signorini”: vince il premio Alessandro Santi.

Sezione speciale- segnalati “Eventi di Corinaldo”:

Mani, Danza Urbana di Luigino Priori, Mille Miglia 2019 di Luciano Casagrande, Festa Millenaria di Roberto Olivetti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2019 alle 11:18 sul giornale del 11 ottobre 2019 - 913 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbuN





logoEV
logoEV