Il Comitato: "Quanti primari in meno in ospedale?"

3' di lettura Senigallia 17/09/2019 - Il comitato cittadino di Fabriano a difesa del proprio Ospedale, ritenendosi penalizzato da questa politica Regionale algoritmica di Ceriscioli, avallata dalla Giunta con in testa il Presidente della Commissione sanità Volpini, ha chiesto un incontro con la conferenza dei sindaci perché, denuncia, dalla pianta organica Ospedaliera mancano ben 8 Primari rispetto ai 18 necessari.

La pianta organica è quel documento ufficiale, redatto in base alla normativa nazionale vigente in materia di organizzazione del lavoro, dove si individuano standard minimi e massimi di personale in base ai posti letto e alla popolazione assistita nel quale vengono indicati i Reparti sanitari, il numero dei dipendenti e quello dei Primari necessari a soddisfare il bisogno della popolazione. Le responsabilità principali nella gestione della sanità pubblica sono della Regione pur se i Sindaci hanno molta voce in capitolo per farsi sentire in quanto sono, da statuto, la massima autorità sanitaria locale della propria città.

Ma dov’è la voce del nostro Sindaco e dei politici senigalliesi? Il Comitato cittadino a difesa dell’ospedale di Senigallia è da 3 anni che segnala e dice a gran voce del declassamento in atto del nostro Ospedale. Il disastro sanitario, dopo tanti atti di indirizzo regionali passati in silenzio, è iniziato a Luglio del 2017 con la determina che toglieva d’imperio l’UTIC di Cardiologia. A fronte della mobilitazione cittadina nata in occasione di una riunione della IV Commissione, tutti i responsabili dello scriteriato atto pubblico, Mangialardi, Volpini, Marini, Bevilacqua, Girolametti, Giovannetti e Angeletti (video https://senigallia.halleymedia.com/live149- IV-commissione.html ), ognuno con la propria percentuale di responsabilità, avevano detto di “sospendere” la determina.

L’intervento di Marini, responsabile ASUR, è stato veramente irricevibile e ad essere sospesi o meglio “(con)gelati” sono invece i cittadini che dopo oltre due anni, non hanno ancora visto mantenuta questa promessa. Che poi non è certamente l’unica, anzi. Il Sindaco Mangialardi, al quale abbiamo chiesto di rispondere pubblicamente sui 10 punti critici che ritenevamo e riteniamo importanti per il nostro ospedale è ancora nel SILENZIO PIU’ TOTALE.

A Volpini abbiamo fatto tante richieste sul perché della mancata “sospensione” della determina che toglieva l’UTIC all’Ospedale di Senigallia ma anche qui solo esternazioni tranquillizzanti e nient’altro. Girolametti, Angeletti e Bevilacqua, ora dimessosi, non pervenuti. Certo non è che mal comune è mezzo gaudio ma Senigallia con SOLO 8 Primari effettivi è allo stremo sia per l’alto numero di prestazioni sanitarie effettuate che per la vocazione turistica della nostra città, vanto di tutti i politici quando devono prendersene i meriti. Ma i medici quanti sono?

Precisamente sono il Primario di Medicina, di Neurologia, di Cardiologia del Centro Trasfusionale e della Dialisi e in via di pensionamento, a breve, il responsabile di Ostetricia, di Chirurgia e di Rianimazione. Gli altri Reparti non hanno alcuna certezza di un futuro ma sono abbandonati e lasciati ad essere succursali di Jesi e Fabriano, vedi Otorino, Oculistica, Fisiatria e Radiologia.

Noi cittadini partecipanti attivamente alle iniziative del Comitato abbiamo chiesto da tempo UN GRANDE INCONTRO PUBBLICO al SINDACO MANGIALARDI ma come al solito il suo silenzio è stato assordante. Una voce autorevole ci dice che il Sindaco non riceve i Comitati, troppa democrazia si direbbe, ma allora convochi lui un incontro pubblico sulla SANITA’ PUBBLICA del nostro Ospedale. Noi saremo presenti e in quella occasione i cittadini potranno ascoltare e valutare chi dice il vero. #NOICISAREMOMALUI?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-09-2019 alle 09:21 sul giornale del 18 settembre 2019 - 782 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, senigallia, Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baGp





logoEV