Ancona: Notte europea dei ricercatori: Sharper chiude con il botto. La musica di Lorenzo Baglioni e la fisica di Star Wars di Luca Perri

6' di lettura Senigallia 17/09/2019 - Una sesta edizione veramente avvincente quella di Sharper ad Ancona, l’attesissima notte europea dei ricercatori torna per stupire con la ricerca, creare consapevolezza e sostenibilità, ma anche emozionare testi travolgenti e musica di Lorenzo Baglioni, il matematico che ha conquistato anche il pubblico di San Remo o appassionare con la fisica di Star Wars. Anticipano la notte il trekking che scenderà da San Ciriaco per condurre al Porto dove si parlerà del progetto Univpm per liberare i mari dalla plastica

Torna la notte europea dei ricercatori. È Sharper (Sharing Researchers’ Passion for Evidences and Resilience) il nome dato al progetto cofinanziato dalla Commissione Europea, che si tiene venerdì 27 settembre simultaneamente in 12 città italiane (Ancona, Cagliari, Caserta, Catania, L’Aquila, Macerata, Napoli, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia, Trieste).

Sharper ha l’obiettivo di coinvolgere tutti i cittadini nella scoperta del mestiere di ricercatore e del ruolo che questo svolge nel costruire il futuro della società attraverso l’indagine del mondo basata su analisi, osservazioni e capacità di adattarsi e interpretare contesti sociali e culturali sempre più complessi e in continua evoluzione. Sul solco dell’anno scorso anche per questa 6^ edizione l’Università Politecnica delle Marche ha coinvolto l’Università di Macerata: due atenei uniti dal comune obiettivo di disseminare i risultati della ricerca.

Due città, quindi – Ancona e Macerata – che si animeranno grazie ai vari eventi organizzati dai ricercatori universitari per raccontare la passione, le scoperte e le sfide dei ricercatori di tutta Europa attraverso mostre, spettacoli, concerti, giochi, conferenze e iniziative rivolte al grande pubblico. Presenti alla conferenza stampa: il Rettore Sauro Longhi, in collegamento da Macerata il Rettore UniMC Francesco Adornato, Massimiliano Olivieri dirigente del Gabinetto Interregionale della Polizia Scientifica, il Contrammiraglio Enrico Moretti Comandante della Capitaneria di Porto di Ancona, Gian Marco Revel Delegato alla Ricerca Europea UnivPM, Carla Danani Delegata alla Ricerca UniMC

Tutti i programmi ad Ancona. Quest’anno Sharper raddoppia e ad Ancona nella giornata precedente, giovedì 26 settembre, ci saranno due appuntamenti: il Researche Trekking e il Moby Litter entrambi a partire dalle ore 16.00. Il “Research Trekking” è una escursione tra i luoghi della città contaminati dai ricercatori della Politecnica, un itinerario “scientifico” a tappe che percorre il cuore storico di Ancona, dal Duomo al Porto, presentando i progetti di ricerca condivisi con i nostri ricercatori che faranno da “Cicerone”. Il “Moby Litter” è un’iniziativa di sensibilizzazione sull’inquinamento da plastiche nel mare che nasce dalla collaborazione tra UNIVPM e Garbage Service srl, azienda leader nel campo dei Servizi Ecologici Portuali. Venerdì 27 settembre si parte al mattino con una serie di eventi dedicati alle scuole superiori, nel Polo Alfredo Trifogli a Monte Dago. Alle 9.30 ci sarà una caccia ai gufetti 3.0 e alle 11:00 “La Sinfonia degli Elementi: Tavola Periodica 150” uno spettacolo interamente realizzato dai ragazzi dell’ITT G. e M. Montani di Fermo con musiche del Conservatorio Pergolesi di Fermo. Durante il pomeriggio in Piazza Roma e Corso Garibaldi, nel pieno centro della città, ci saranno stand e attività per grandi e piccini all'interno della fiera della scienza dove i ricercatori dai laboratori esporranno i loro progetti sull’Antartide e la vita al Polo, sulla fioritura delle alghe e gli stili di vita sani. Tornano il “Medical check-up”, il “Forensics bus” e l’area bimbi “Sharper microgenius”. Ci saranno per i bambini attività per la mente e per il corpo con il Coderdojo e i campi sportivi dedicati al basket, volley e calcio. Non mancheranno le attività dell’Inrca per controllare la tua età biologica, dell’Istat e del Museo Omero per toccare volti e corpi e scoprire con le proprie mani le opere d’arte. Visita guidata alla mostra Polytechne presso la Facoltà di Economia, collegamenti con l’Adriatic Ionian Youth Games e il Festival della storia. Tutti i ricercatori saranno in diretta radiofonica su Radio Arancia.

La sera si parte alle 21:30 e ci si sposta in Piazza del Plebiscito con Luca Perri e “La fisica di Star Wars” a seguire, tra musica e parole, salirà sul palco Lorenzo Baglioni, matematico arrivato a San Remo con il brano il Congiuntivo che divulgherà la scienza e la cultura attraverso la musica. A seguire il videomapping “La ricerca di nuovi mondi” uno spettacolo creativo e visivo curato interamente da studenti, per concludere l’immancabile appuntamento con la Silent Disco. Macerata “Oltre i muri, fino alla Luna...”.

Anche l’UniMc aderisce reinterpretando ed adattando la notte dei ricercatori a letteratura, diritto, archeologia, pedagogia. Cuore della Notte dei Ricercatori maceratese sarà piazza Cesare Battisti e il portico del Palazzo degli Studi. Sul palco centrale si alterneranno i momenti più spettacolari, come il processo simulato sul cyberspazio o la dimostrazione di come gli archivi possano svelare momenti e personaggi storici quali l'allunaggio, la caduta del muro di Berlino e Leonardo da Vinci. UniMC celebra, inoltre, il bicentenario dello scrittore e poeta Theodor Fontane, il “cantore del Brandeburgo”, simbolo di unità culturale nella Germania divisa dal muro di Berlino. Ci saranno anche un’intervista speciale, quella a Pepper, il robot progettato per aiutare i docenti in aula, e un gioco a quiz per imparare l’italiano giuridico. Il loggiato del Palazzo degli Studi ospiterà laboratori, corner informativi e performativi dedicati a letteratura, teatro, giornalismo, applicazioni divertenti degli studi latini, documenti digitali, ecologia e riciclaggio, progetti europei nonché le scene del crimine ricostruite a cura della Polizia Scientifica. Tanti i laboratori per bambini: giochi d’inchiostro e ritaglio carta, strumenti digitali per scoprire il territorio, scrittura creativa con i tarocchi, giocare con gli archivi. Per grandi e piccini è, invece, il tour ludico “Urban Ticass by night”. Il vicino Palazzo De Vico, infine, ospiterà una mostra sugli aspetti storici e topografici delle Marche antiche.

Cos’è SHARPER? Il progetto SHARPER è coordinato da Psiquadro, in collaborazione con un consorzio di partner che comprende l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), L’Università di Palermo, l’Università degli Studi di Perugia, l’Università Politecnica delle Marche, il museo Immaginario Scientifico di Trieste e il centro di ricerca Observa Science in Society e coinvolge un ampio partenariato di oltre un centinaio fra enti culturali, comuni, istituti di ricerca, università, imprese e associazioni. L’Università Politecnica delle Marche, con il patrocinio del Comune di Ancona, partecipa a Sharper coordinando un gruppo formato dai propri Dipartimenti, dalla Polizia Scientifica, dall’Istat, Inrca, ITT G. e M. Montani, dal Conservatorio di Musica G.B. Pergolesi di Fermo, Informagiovani Ancona, Museo Omero, Garbage srl, La Luna Dance Center e Fosforo la festa della Scienza.








Questo è un articolo pubblicato il 17-09-2019 alle 16:14 sul giornale del 18 settembre 2019 - 1017 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, spettacoli, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baHQ





logoEV
logoEV