Suona la campanella: da lunedì in classe il piccolo esercito di 4.123 alunni senigalliesi

5' di lettura Senigallia 11/09/2019 - Sta per suonare la campanella che lunedì farà sedere sui banchi della scuola senigalliese 4123 alunni. Una leggera diminuzione degli iscritti (erano 4.200 lo scorso anno) in linea con il calo nazionale delle nascite.

La diminuzione di studenti si riscontra nel segmento della scuola dell'infanzia e più marcatamente nella scuola primaria mentre il numero cresce nella scuola secondaria di I° grado. In calo anche la presenza di alunni stranieri con 343 iscritti contro i 366 dello scorso anno e pari a -8,46%. Le 77 unità in meno si traducono in 6 classi in meno alla primaria e 2 alla scuola dell'infanzia mentre alla secondaria di primo grado aumentano tre classi. In particolare, si registrano una classe in meno al tempo pieno della primaria Pascoli, alla primaria Vallone e alla primaria Aldo Moro, tutti plessi in cui escono dalla scuola primaria due quinte classi e si forma una sola prima. Non si forma la prima classe a tempo pieno alla primaria "Don Milani" di Marzocca e si conferma, come lo scorso anno, la mancata formazione della prima classe della primaria a Sant'Angelo dove però è stata attivata una nuova sezione alla scuola dell'infanzia. Invariato invece il quadro relativo alle altre scuole dell'infanzia, con una classe in meno alla "Pieroni" di Montignano e una inmeno alla "Pascoli". Nella scuola primaria di primo grado si registra invece l'aumento di tre classi: due classi in più si attivano alla "Mercantini" e due alla "Fagnani" con la diminuzione di una classe alla "Marchetti".

Il tempo pieno è confermato in tutti e quattro gli istituti comprensivi. Il tempo prolungato rimane solo al plesso di Sant'Angelo e viene introdotto alla Aldo Moro dove il Comune garantisce la mensa anche se non sarebbe prevista (perchè non tempo pieno). Il plesso di Scapezzano si conferma sede esclusiva del metodo Montessoriano e non si segnalano classi in sovraffollamento.

Il trasporto scolastico è confermato con le tariffe bloccate così come la refezione scolastica con i due centri di cottura che servono 20 scuole con 46 menu articolati anche per vegani, vegetariani e per problemi alimentari con prodotti biologici e di filiera corta. Ad oggi le famiglie insolventi nel pagamento dei pasti sono numerose per un totale di 30 mila euro di debiti contratti con il Comune che comunque conferma che "nessun bambino sarà lasciato senza pasto". Anche sul fronte degli adempimenti vaccinali, i dirigenti scolastici dovranno comunicare eventuali inampienze dei genitori entro il 31 ottobre. Alla scuola dell'infanzia non vengono accettate le iscrizioni mentre alla primaria, eventuali situazioni di perseveranza nella non vaccinazione dei bambini (eccetto i casi certificati dall'Asur) verranno segnalati e scatterà la sanzione amministrativa e il percorso previsto dalla legge nei confronti dei genitori.

Sul fronte dell'edilizia scolastica, sono stati eseguiti i lavori di risanamento conservativo e miglioramento sismico della Pascoli e di miglioramento sismico di una parte del plesso di Vallone. In praticamente tutti gli istituti sono stati eseguiti lavori di manutenzione ordinaria. Per quanto riguarda la scuola Puccini, dove sono in corso i lavori di adeguamento sismico della parte più vecchia dell'edificio, il trasferimento di sei classi e della segretaria ha creato polemiche fra i genitori. L'Amministrazione, nel sottolineare che la sicurezza viene prima di tutto, precisa che le classi sono trasferite alla Mercantini dove, durante l'estate, sono stati spesi 120 mila euro per sistemare le aule che ospiteranno temporaneamente i bambini.

Dei quattro dirigenti scolastici, due sono le nwe entry. Luca Maria Antonio Testa è il nuovo dirigente dell'Istituto Senigallia Sud-Belardi mentre Ioletta Martelli è a capo dell'Istituto Comprensivo Giacomelli. Confermate nei rispettivi istituti le dirigenti Anna Scimone per la Fagnani e Patrizia D'Ambrosio alla Marchetti. La dirigente Martelli ha apprezzato molto "il supporto e l'interessamento dell’amministrazione verso la scuola che punta a crescere bambini e futuri cittadini europei" e anche il dirigente Testa ha elogiato il clima di "partecipazione e interesse mostrato dai genitori verso la scuola sottolineando come la scuola senigalliese sia "davvero una eccellenza". La dirigente Scimone ha confermato gli indirizzi artistici e musicali dell'istituto cui si aggiungono le novità "dell'introduzione delle nuove tecnologie legate alla domotica e alla robotica umanoide e all'attivazione dell'alternanza scuola-lavoro". La vocazione musicale ed europea della Marchetti è stata sottolineata dalla dirigente D'Ambrosio che ha annunciato "l'approvazione di un progetto Erasmus con scuola polacca, spagnola e turca e l'approfondimento di tematiche legate alla sostenibilità ambientale". Don Gesualdo Purziani, per la scuola paritaria, ha presentato il nuovo anno scolastico che vedrà in classe 72 bambini in 4 sezioni all’infanzia, un nido con 28 posti e una sezione primavera da 10 bambini.

"Abbiamo fatto investimenti importanti per gli edifici scolastici, specie per la Pascoli, abbiamo recepito risorse anche per la nuova scuola della Cesanella -ha spietato il sindaco Maurizio Mangialardi- la nostra è una scuola che garantisce e aumenta i servizi, con tante eccellenze a cominciare dalla refezione scolastica e dall'attenzione alle fasce deboli e alle situazioni di difficoltà". "Iniziamno una nuova avventura che coinvolge tantissime famiglie, alunni e operatori -aggiunge l'assessore all'istruzione Simonetta Bucari-abbiamo già attivato il POFT, il piano dell'offerta formativa territoriale, che da vent'anni crea un tavolo permanente tra la scuola e il Comune per l'omogeneità dell’offerta formativa".



... ... ...
...

report scolastico 19/20...






Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2019 alle 17:03 sul giornale del 12 settembre 2019 - 3993 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bat1





logoEV
logoEV