What's your app?

2' di lettura Senigallia 09/08/2019 - Tutti conoscono Whatsapp, l'applicazione di messaggistica multi-piattaforma. Ma non tutti sanno cosa abbia ispirato il suo nome. "App" naturalmente sta per “application” ma il nome Whatsapp nasce da un ingegnoso gioco di parole ("pun") sull’espressione inglese "what's up?", che è un saluto informale in inglese americano che significa "che succede?", o "come vanno le cose?"

WhatsApp a parte, l’era digitale si concentra sempre di più sullo schermo dei nostri smartphone! Come docente e direttore di una scuola mi viene chiesto continuamente consiglio sulle migliori app da utilizzare per il l'apprendimento dell’inglese. Per quanto non esista ancora un perfetto sostituto al teacher in carne ed ossa (ma non manca molto considerati i progressi incredibili dell’Artificial Intelligence detta AI), la rivoluzione è in atto e mi adeguo. Anzi, per quanto mi ritenga un docente “old school”, trovo l’uso delle app un ottimo sistema per consolidare il lavoro in aula e praticare questa lingua universale, specialmente durante l’estate sulla spiaggia sotto l’ombrellone!

Nel mondo infinito delle app per l'apprendimento della lingua inglese, ce ne sono alcune che si distinguono per facilità d'uso, coinvolgimento e metodologia. Quelle che indico sono disponibili per IOS e Android ed hanno una versione gratuita o trial da cui iniziare. Se poi ti piace e desideri continuare, puoi fare l'aggiornamento a pagamento o “upgrade”. Duolingo è sicuramente la scelta migliore per chi si vuole divertire ad imparare nuovi vocaboli velocemente; BBC Learning English è una fonte inesauribile di lezioni di grammatica, vocabolario e esercizi di pronuncia per ogni livello; Memrise propone un metodo efficace per ricordare parole nuove; FluentU e Aba English consentono di imparare l’inglese attraverso l’uso di cortometraggi e video autentici; Grammarly infine è l’evoluzione degli spelling checker e consente di migliorare la scrittura e fare meno errori. Mi fermo qui per motivi di spazio ma l'elenco è interminabile!

So what’s your app?






Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 09-08-2019 alle 23:59 sul giornale del 12 agosto 2019 - 731 letture

In questo articolo si parla di cultura, redazione, pubbliredazionale, academy school of english, armando missadin, inglese!

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0yK

Leggi gli altri articoli della rubrica pubbliredazionale





logoEV