contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'

Il sindaco incontra il NurSind: "Problemi di personale ma i servizi non sono in discussione"

2' di lettura
832

di Giulia Mancinelli e Sara Santini
redazione@viveresenigallia.it


sanità ospedale
“Seppure in una situazione di criticità i servizi ospedalieri non sono messi in discussione”. E' quanto emerso martedì mattina al termine dell'incontro, tenutosi in Comune, tra il sindacato degli Infermieri NurSind e il sindaco Maurizio Mangialardi.

Il sindacato aveva chiesto un incontro con il primo cittadino per segnalare lo stato di “crisi” in cui versa il personale infermieristico all'ospedale di Senigallia. “Con l’inizio della stagione estiva la congestione è arrivata ai massimi livelli -lamenta il Nursind- La sala d’attesa dal mattino alla sera, ospita costantemente in media circa 25 persone da assistere e curare, le barelle in dotazione sono insufficienti, di frequente sono chieste in prestito ad altri reparti. Un afflusso anomalo facilmente prevedibile perchè in estate la popolazione a Senigallia triplica, invece i servizi sanitari di primo soccorso restano gli stessi, anzi quest’anno si registrano ulteriori decurtazioni di personale”.

Durante l'incontro, che fa seguito ad altri avvenuti anche le Rsu ospedaliere, di area vasta e con i sindacati confederati, il primo cittadino ha sottolineato come “l'attenzione verso l'ospedale sia costante, con incontri costanti in Area Vasta e con i primari”. “Che ci siamo difficoltà dal punto di vista del personale infermieristico in ospedale è vero e stiamo cercando di affrontare la questione in modo serio con il direttore dell'Area Vasta- afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – i problemi di personale riguardano l'intera area vasta e non solo l'ospedale di Senigallia. Una delle questioni era legata a 300 contratti che non potevano essere rinnovati dopo 3 anni, ma c'è stata una proroga per garantire il lavoro. Problemi sono anche legati alla famosa "quota 100" per via dei pensionamenti, e alcuni primariati vacanti dovranno essere nominati a breve. Il problema non è più di pianificazione, ma di personale e di investimenti”.

Il primo cittadino ha chiesto al sindacato di fornire i numeri e i dati per comparare la situazione attuale con quella relativa al 2018. “Da una prima ricognizione i piani ferie dello scorso anno sembrano molto sovrapponibili a quelli di quest'anno -aggiunge Mangialardi- ad ogni modo i servizi ospedalieri non sono in alcun modo messi in discussione”.



sanità ospedale

Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2019 alle 23:12 sul giornale del 31 luglio 2019 - 832 letture