contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CULTURA
articolo

È Gian Mario Raggetti il nuovo presidente del Musinf

2' di lettura
1816

di Sara Santini
senigallia@vivere.it


È Gian Mario Raggetti, ordinario di Intermediari finanziari alla Facoltà di Economia “G. Fuà” dell’Università Politecnica delle Marche, il nuovo direttore del Museo di Arte Moderna, dell'Informazione e della Fotografia di Senigallia.

"Sono stati 19 i curricula arrivati a seguito dell'apertura del bando per la carica di direttore del Musinf, dopo la tragica scomparsa del professore Carlo Emanuele Bugatti - spiega il sindaco Maurizio Mangialardi - aveva fatto scalpore la proposta di collaborazione a titolo gratuito, ma il numero delle personalità che si sono proposte fa capire come il ruolo sia stato invece riconosciuto come prestigioso.

Il ruolo di Raggetti sarà sopratttutto dal punto di vista della gestione e sarà quindi affincato da un comitato scientifico che si occuperà invece della linea artistica, composto da esperti di storia dell'arte. Grazie al professor Raggetti per essersi messo a disposizione della città, con lui pianificheremo le mostre della città, tenendo conto del fatto che Senigallia è la "Città della Fotografia". Entro la fine del mandato da sindaco prevista anche l'organizzazione del nuovo museo, oltre che la realizzazione di una mostra permanente su Mario Giacomelli nella nostra città".

“Tutte le candidature segnalate dalla commissione – spiega il dirigente del’area Cultura Paolo Mirti – presentavano profili professionali di grande interesse e qualificazione tecnica e scientifica. In quello del professor Raggetti, però, abbiamo riscontrato caratteristiche maggiormente funzionali all’incarico da ricoprire in quanto, accanto ai prestigiosi titoli accademici e alle attività di docenza svolte presso numerose università, egli può vantare una costante attività culturale nei settori specifici dell’arte visiva e della fotografia, nonché una continuativa collaborazione con il Musinf di Senigallia. Tutti aspetti che offrono maggiori garanzie di conoscenza dello specifico contesto culturale nel quale sarà chiamato a operare”.

"La figura di Raggetti, è una conoscenza del Musinf, con cui da tempo il museo collaborava - spiega l'assessore alla cultura Simonetta Bucari - una persona che conosce già il contesto culturale, a cui potrà dare continuità. La nomina avrà validità di tre anni".



Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2019 alle 18:46 sul giornale del 31 luglio 2019 - 1816 letture