contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Fiori per il matrimonio: come sceglierli al meglio

3' di lettura
381

di Redazione


Nelle occasioni speciali i fiori non possono mai mancare, poiché sono in grado di esprimere senza parole emozioni uniche. Il giorno del matrimonio diventano a dir poco indispensabili. Infatti, sono necessari, non solo per il bouquet della sposa, ma anche per addobbare la chiesa e il ristorante e per distinguere lo sposo ed i testimoni. Tuttavia, selezionare i fiori per il giorno più bello non è semplice, poiché gli aspetti da considerare sono tanti.

Non bisogna, però, disperare, poiché per fare la scelta giusta basta seguire qualche semplice consiglio. Nella valutazione dei fiori è necessario che gli sposi tengano conto delle loro personalità e dei loro gusti. Per questa ragione è importante che la scelta venga fatta in coppia. É fondamentale, però, stabilire fin da subito un budget di spesa, in modo tale da non strafare. La cosa migliore è fare una lista delle preferenze e chiedere consiglio al fioraio.

Altro punto su cui è necessario soffermarsi, è proprio la necessità di affidarsi ad un professionista per quanto riguarda i fiori per matrimonio. In questo modo, infatti, è possibile puntare ad un risultato ottimale. Del resto, solo gli esperti sono in grado di creare composizioni uniche e di valutare cosa possa andare bene anche in base al tema ed agli ambienti selezionati.

Alcuni consigli pratici da non trascurare

Il giorno del matrimonio tutto deve essere speciale. Per questa ragione è meglio scegliere fiori di stagione. Volte sposarvi in inverno ed avete paura che non ci possa essere niente di interessante? Non è così. La natura regala in ogni periodo dell'anno delle creazioni uniche, in grado di trasmettere eleganza e raffinatezza. E per quanto riguarda il bouquet? Sicuramente, si tratta di uno degli aspetti più importanti da valutare.

La scelta deve essere fatta dalla sposa in base allo stile dell'abito, in modo da impreziosirlo ulteriormente. In generale, più è ampio il vestito, più il bouquet è grande. Non bisogna dimenticare che questo importante elemento floreale, è un dono dello sposo alla sposa, il che vuol dire che provvederà anche al pagamento. Altro elemento fondamentale da non tralasciare è la location dove avrà luogo la cerimonia di nozze: rito religioso o civile? Indipendentemente dalla scelta, è importante informarsi in merito al decoro del luogo scelto.

Di norma, in chiesa vengono riproposte due composizioni ai lati delle postazioni degli sposi, due ai lati dell'altare ed una allo scrittoio. Tuttavia, è possibile pensare anche a dei piccoli decori da posizionare sui banchi. In caso, invece, di rito civile i fiori sono necessari all'ingresso e nel punto in cui si siedono gli sposi.

Gli ultimi aspetti da considerare

Molto importante è anche il fiore all'occhiello dello sposo, conosciuto anche con il nome di boutonniere, che deve essere abbinato al bouquet della sposa. Tuttavia, è possibile anche optare per un unico fiore bianco, come segno di fedeltà. Non molte persone sanno, però, che il fiore all'occhiello deve essere indossato anche dal suocero e dal padre dello sposo.

I fiori, però, vengono utilizzati anche per decorare alcuni accessori importanti, come il portafedi, le coroncine delle bambine, i bouquet delle damigelle, nonché l'automobile che accompagna gli sposi al banchetto di nozze. Massima attenzione deve essere riservata, però, al decoro della sala del ricevimento.

Di fatto, addobbi floreali devono essere presenti all'ingresso del ristorante, in modo da accogliere al meglio gli ospiti, e nella sala destinata al banchetto, così da allietare l'ambiente. Le composizioni poste in corrispondenza dei tavoli non devono essere troppo ingombranti. Inoltre, è fondamentale non scegliere fiori troppo profumati, così da non arrecare fastidio agli invitati durante il pranzo.



Questo è un articolo pubblicato il 24-07-2019 alle 16:34 sul giornale del 24 luglio 2019 - 381 letture