Senigallia: Amministrative 2020: il Pd, "No alle primarie se ci sarà unanimità anche di coalizione sul candidato sindaco"

2' di lettura Senigallia 22/07/2019 - Il centro sinistra accendo i motori in vista delle amministrative del 2020. Per il Partito Democratico, che negli ultimi venti anni ha governato la città con due sindaci (la Angeloni prima e Mangialardi poi), l'appuntamento è più che mai importante.

Alla luce del quadro politico nazionale, molto diverso rispetto anche all'ultima tornata elettorale, per i Dem e per la coalizione che si formerà è fondamentale non sbagliare la scelta del candidato sindaco. La prima questione che il Pd dovrà affrontare è quella delle primarie, strumento indicato dallo Statuto del partito per la scelta del candidato sindaco. Le primarie però dividono, futura coalizione anche Pd.

I Giovani Democratici sono stati i primi a farsi avanti e chiedere le primarie. “Per trovare il prossimo candidato sindaco non si può prescindere dalle primarie -affermano i Giovani Dem-. I cittadini devono tornare a fare proprio il momento politico. Nel confronto delle idee e delle persone che quelle idee portano avanti si concretizza la politica. Su questo punto lo statuto del PD indica un percorso chiaro, le primarie”.

Non tutto il partito la penserebbe allo stesso modo e sicuramente non la pensa così una fetta importante della coalizione. Diritti al Futuro (Città Futura e Art 1) non usa mezzi termini. “Non siamo disponibili ad assistere al balletto delle molteplici candidature finalizzate solo a conseguire visibilità personale ma siamo disponibili a partecipare a processi di scelta del candidato sindaco volti ad individuare una personalità di alto spessore istituzionale, dotata delle necessarie competenze e di esperienza politica e amministrativa e capace di unire tutto il centrosinistra”.

Della questione primarie sì o primarie no ne discuterà l'Unione Comunale del Pd convocata per giovedì. “La questione delle primarie è all'ordine del giorno nelle prossime riunioni dell'Unione Comunale -conferma il segretario del Pd Giulio Donatiello- ci confronteremo e terremo conto delle varie riflessioni e dei vari contributi e poi si deciderà”. Il segretario ammette però la possibilità di bypassare le primarie in caso di una “candidatura unitaria”. “Se ci dovesse essere un candidato sindaco che mette tutti d'accordo, sia il Pd e sia le forze della coalizione -aggiunge- è ovvio che non avrebbe senso fare le primarie”.






Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2019 alle 23:50 sul giornale del 23 luglio 2019 - 451 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9VS