Mozione del Pd in commissione: "L'arretramento della ferrovia al posto delle barriere antirumore"

2' di lettura Senigallia 22/07/2019 - “L'arretramento della ferrovia al posto delle barriere antirumore”. E' la proposta lanciata dal Partito Democratico che oggi pomeriggio porterà in II Commissione consiliare una mozione presentata dai consiglieri Luca Santarelli, Simeone Sardella, Margherita Angeletti e Sandro Urbinati.

Il progetto, anche se imponente, per il Pd può essere realizzato e questo unendo le forze insieme ai comuni che da Pesaro ad Ancona hanno già detto no alle barriere. “La Provincia di Ancona elaborò nei primi anni 2000 uno studio di fattibilità per l'arretramento della linea ferroviaria adriatica, a partire da Cesano e fino ad Ancona Sud, con la creazione nell'attuale tracciato di un sistema di trasporti leggero tipo metropolitana di superficie, meno impattante e più sostenibile, rispetto al quale la proposta di Rfi rappresenta una involuzione -affermano i firmatari della mozione- per questa diversa forma di mobilità leggera sostenibile su rotaia non vi sarebbe alcun bisogno di barriere antirumore ed anzi tutti i comuni della fascia costiera da Pesaro ad Ancona potrebbero risolvere problematiche come le polveri sottili".

A dirsi favorevole e a progettare seriamente un arretramento della ferrovia sono già stati anche i comuni, con specifici atti di indirizzo, di Pesaro, Fano e Mondolfo mentre Ancona e Falconara chiedono misure alternative alla barriere. La mozione, che se approvata passerà poi in Consiglio Comunale, chiede proprio alla civica assise di "collaborare con tutti i comuni della fascia adriatica interessati alle barriere antirumore” e di “attivarsi, insieme agli altri comuni interessati, affinchè il Governo modifichi urgentemente il decreto ministeriale stabilendo nuove modalità di determinazione dell'impatto acustico delle infrastrutture ferroviarie alternative alle barriere fonoassorbenti”.

La mozione impegna anche il Consiglio Comunale “ad attivarsi,per sollecitare gli organi sovraordinati, regione marche e governo, all'adozione di un progetto di arretramento della linea ferroviaria dalla costa e a recepire i necessari finanziamenti e di invitare l'Anci a farsi parte attiva per il perseguimento di questo obiettivo”. La mozione sarà trasmessa anche alla Regione Marche, all'Anci, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, al Ministero dell'Ambiente e a Rfi.






Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2019 alle 23:40 sul giornale del 23 luglio 2019 - 918 letture

In questo articolo si parla di vivere senigallia, giulia mancinelli, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9Vr





logoEV