contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
articolo

Pulizia dell'arenile: 3 mila tonnellate di rifiuti asportati a maggio, limiti rispettati per l'appalto

2' di lettura
894

di Giulia Mancinelli
senigallia@vivere.it


Dita incrociate perchè, se tutto procede nella norma, la gestione della pulizia della spiaggia è sotto controllo.

Nonostante le forti mareggiate del maggio scorso, che proprio a ridosso dell'avvio della stagione, hanno riversato sulla spiaggia di velluto qualcosa cosa come tre mila tonnellate di detriti, la quantità totale di rifiuti spiaggiati rimossi dall'arenile si mantiene al di sotto dei livelli massimi concordati con l'azienda affidataria dell'appalto. Questo significa che, nonostante l'eccezionale e anomala ondata di maltempo che si è abbattuta per tutto il mese di maggio anche sul senigalliese, il Comune non dovrà ricorrere a stanziamenti extra oltre a quelli già previsti a bilancio per il 2019 per la pulizia dell'arenile.

Il che tradotto ancora più in “soldoni”, significa che è scongiurato ogni pericolo di eventuali aumenti della Tari per i cittadini il prossimo anno. “Dobbiamo ancora essere prudenti perchè siamo a metà anno e davanti a noi c'è ancora l'autunno da affrontare ma siamo assolutamente nei valori medi di detriti asportati dall'arenile per quest'anno -conferma il vice sindaco Maurizio Memè- a maggio è stato fatto un gran lavoro per preparare la spiaggia in tempi record per l'avvio della stagione proprio a causa della straordinaria ondata di maltempo che sembrava non finire mai. Nonostante l'ingente quantità di detriti che in un mese si era riversata sul nostro litorale, siamo rimasti comunque al di sotto delle soglie stabilite nell'appalto della pulizia della spiaggia perchè abbiamo per così dire compensato una primavera dove le mareggiate sono state tutto sommato di minore entità”.

L'impresa Consorzio Artigiani Romagnolo Soc. Coop. con sede a Rimini, dunque, ha gestito l'emergenza del maggio scorso riuscendo a stare nei budget stabiliti a bilancio, non dovendo così costringere il Comune a stanziare somme extra per la pulizia del litorale. Dalla fine dello scorso anno, inoltre, sempre sul fronte della pulizia dell'arenile, è stato introdotto anche un nuovo macchinario che permette di separare i rifiuti dalla sabbia al momento delle operazioni di pulizia dell'arenile. In questo modo è possibile mantenere pulita la spiaggia salvaguardando la sabbia e l’ambiente. Lasciando sul posto la sabbia setacciata, l’utilizzo della macchina consente inoltre di ridurre il peso dei rifiuti e quindi il flusso dei camion diretti in discarica, con un conseguente abbattimento dell’impatto ambientale.



Questo è un articolo pubblicato il 05-07-2019 alle 23:35 sul giornale del 06 luglio 2019 - 894 letture