contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il Comitato: "Nel nostro Ospedale mancano medici e infermieri in ogni dove"

4' di lettura
696

da Comitato Cittadino per la difesa Ospedale Senigallia
fb/ComitatoDifesaOspedaleSenigallia


comitato cittadino per la difesa ospedale di Senigallia
Venerdi 21 Giugno i Sindaci di Jesi, Fabriano e Senigallia, si sono riuniti nella Sala consigliare di Senigallia per l’emergenza sanitaria in atto. Riunione rigorosamente a “porte chiuse”, praticamente un conclave che ha prodotto però una fumata “nerissima” per la sanità.

A Senigallia ormai da ben 2 anni non viene indetta una Commissione apposita: presidente dr.ssa Angeletti provi a battere un colpo: lei è la presidente della Commissione Sanità oltre che medico, no?? Naturalmente mancava il Sindaco Mangialardi che non avendo ricevuto l’invito come presidente ANCI (c’è forse un cerimoniale apposito sulla sanità da rispettare, essere Sindaco non è più sufficiente?) non ha presenziato all’incontro delegando l’Assessore Girolametti. Il Sindaco di Fabriano (quanto di sarebbe piaciuto che lo avesse fatto Mangialardi!!) ha contestato aspramente il progetto Regionale adottato ricevendo però risposte assai poco rassicuranti da Volpini e da Marini. Il Sindaco presente ha parlato di un incontro improduttivo che ha lasciato gli stessi dubbi che si avevano all’inizio e che ha visto un Marini, Direttore Asur e braccio destro di Ceriscioli, “arrogante e imbarazzante come al solito” di fronte ai dati sanitari che gli venivano presentati.

La difesa di Marini si è basata sostanzialmente sulle spese eccessive rispetto ai costi stabiliti. Per colpa di chi se è lecito chiedere visto che lui e il Partito Dominante sono li da ben 4 anni a gestire la sanità!! Se la spesa si deve sanare chiudendo/accorpando in modo lineare i Reparti lo dica chiaramente così i cittadini né possono prendere atto ma se questo non è allora dica che i Reparti/Unità Operative vanno mantenuti laddove il numero di prestazioni sanitarie risponda alle normative nazionali. E Senigallia è in regola, soprattutto nelle prestazioni di Cardiologia/Utic!! Se, come invece supponiamo, la chiusura/accorpamento serve a far diminuire le prestazioni e dimostrare che non è conveniente mantenere un Reparto allora questo gioco non lo accettiamo perchè non è un gioco trasparente e non si gioca al ribasso con la salute dei cittadini. Farlo poi durante la stagione estiva evidenzia chiaramente la volontà di declassare l’ Ospedale e la città di Senigallia che vive principalmente di turismo.

Caro Dr. Marini, nel nostro Ospedale mancano medici e infermieri in ogni dove. Faccia un giro in Otorino e Oculistica al sabato e alla Domenica o di notte in caso di emergenza per vedere se c’è la guardia medica notturna, provi a prenotarsi da semplice cittadino per una Risonanza Magnetica o per una colonscopia per vedere i tempi di attesa, o per una visita in Oncologia, senza 2 medici, o per un ECG sotto sforzo o un ecodoppler in Cardio, senza 4 medici cosi via dicendo e poi ci venga a riferire. Vediamo se avrà ancora “il sarcasmo” e “l’arroganza” segnalata dal Sindaco di Fabriano. Le sua attenzioni secondo noi sono rivolte esclusivamente alla nomina dei dirigenti, ma non del nostro Ospedale. Come ha dato l’OK per nominare a Giugno un primario a Jesi dia l’OK per nominare a Senigallia i Primari di Ortopedia, Pediatria e Fisiatria. Però non faccia altre promesse come quella MAI MANTENUTA del 2017 quando disse di ritirare “immediatamente” la determina n.361(chiusura della Cardiologia/Utic) e che ad oggi nel 2019 i cittadini ancora aspettano. Come potremmo crederle? Non cerchi scuse perché era anche in buona e gradita per lei compagnia: c’erano Volpini, Mangialardi, Girolametti e Angeletti. Una aggravante, secondo noi!!

Questo declassamento sanitario, purtroppo dobbiamo dirlo, dipende esclusivamente dalla Politica del Partito Dominante senigalliese che non si è fatta sentire in più occasioni e ha lasciato spazio al progetto Regionale in atto che ci sta penalizzando. Due interrogativi collegati tra loro: perché i nostri medici partecipano ai concorsi in altre strutture sanitarie del territorio? hanno forse un motivo per cercare altre strade professionali vedendo il nostro Ospedale sempre più declassato? Ai posteri la sentenza che però noi pensiamo purtroppo di conoscere.



comitato cittadino per la difesa ospedale di Senigallia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2019 alle 18:17 sul giornale del 01 luglio 2019 - 696 letture